Attività commerciale

Modelli con le copertine più Vogue Magazine

Questi volti sono i lettori di Vogue più familiari ai vecchi tempi.

Vogue iniziò come giornale settimanale nel 1892 e comparire sulla copertina della pubblicazione divenne rapidamente un ambito obiettivo di carriera per molti modelli di moda. Quando Conde Nast acquistò la rivista nel 1905, la trasformò in qualcosa sulla falsariga di una pubblicazione bisettimanale e il numero di opportunità di copertura aumentò di due volte.

Poi, nel 1949, la rivista ridusse a 20 numeri all'anno. Andò mensilmente nel 1973. Ma sono ancora molte cover di Vogue, specialmente considerando che la rivista è stata pubblicata in diversi paesi. Ecco i modelli che hanno collezionato la maggior parte delle cover nel corso degli anni.

  • Lauren Hutton: 26 copertine

    La supermodella americana Lauren Hutton è apparsa per la prima volta sulla copertina di Vogue negli anni '60 e da allora ha collezionato ben 26 cover. Hutton era una delle supermodelle più richieste e più pagate del mondo al culmine della sua carriera. Tre diversi editori di Vogue l' hanno scelta per abbellire le loro copertine.

    Era ben nota per il piccolo spazio tra i suoi denti anteriori che la distingueva da altri modelli. Hutton ha anche avuto una carriera di modellista e cosmetica di successo, sfidando gli stereotipi sulla giovinezza e la bellezza quando è apparsa in un annuncio di intimo di Calvin Klein nel 2017, all'età di 73 anni.

  • Karen Graham: 20 copertine

    Legato per secondo con la maggior parte delle copertine di riviste di Vogue è la top model Karen Graham. È nata nel 1945 in Mississippi e ha iniziato a modellare nel 1969 dopo un fatidico incontro con la modellista Eileen Ford. La sua prima copertina di Vogue era nel 1970, e nel 1975 aveva coperto la rivista 20 volte.

    Graham non solo è stata una modella di successo fino al suo ritiro dall'industria nel 1985, ma possedeva e gestiva anche un'impresa di pesca a mosca di successo. Ha anche avuto un proficuo contratto con Estee Lauder dal 1970 al 1985.

  • Jean Shrimpton: 20 copertine

    Nata in Inghilterra nel 1942, Jean Shrimpton ha iniziato a fare la modella nel 1960. È stata inclusa tra le 100 icone di moda influenti della rivista Time di tutti i tempi e ha coperto Vogue per 20 volte.

    Fatto curioso: a Shrimpton è stato attribuito il ruolo di responsabile del lancio della minigonna quando indossava un abito che finiva sopra il ginocchio in un'apparizione a Melbourne nel 1965.

  • Cindy Crawford: 18 copertine

    La rivista Forbes riportò nel 1995 che Cindy Crawford era il modello più pagato al mondo in quel momento. Ha iniziato a modellare nel suo secondo anno di liceo e il suo status di icona di modelle e celebrità internazionale è aumentato costantemente negli anni '90. La sua carriera ha incluso contratti con Pepsi, Maybelline e Clairol, oltre a 18 cover di Vogue .

    L'attore Richard Gere è uno dei pochi uomini presenti sulla copertina di Vogue. È apparso al fianco di Crawford, sua allora moglie, in copertina nel 1992.

  • Claudia Schiffer: 16 copertine

    La carriera della top model tedesca Claudia Schiffer è stata tutt'altro che impressionante da quando ha iniziato a modellare nei primi anni '90. Ha ottenuto 16 cover di Vogue . Schiffer è stato scelto da Karl Lagerfeld per essere il volto di Chanel e ha avuto numerosi contratti con altri marchi di lusso.

    A 5 piedi e 11 pollici di altezza, Schiffer era una passerella regolare per la maggior parte della sua carriera. Inoltre, è stata attivamente coinvolta nel lavoro di beneficenza con l'UNICEF.

  • Amber Valletta: 16 copertine

    Come Claudia Schiffer, la nativa di Phoenix, Amber Valletta, è stata la copertina di Vogue per 16 volte. La prima apparizione di copertina di La Valletta arrivò quando aveva solo 18 anni. Ha avuto un certo successo con una carriera di attore e successivamente ha parlato delle sue lotte con la dipendenza.

  • Jean Patchett: 16 copertine

    Jean Patchett ha abbellito due cover di Vogue nel 1950, scattate da due diversi fotografi. La sua prima copertina era nel settembre del 1949 quando aveva 22 anni.

    Il suo stile era diverso dagli altri modelli di quell'epoca. Era un po 'distaccata invece di tutti i sorrisi e il fascino amichevole, e alcune delle sue abitudini supportano questa tendenza. Dopo essersi sposata nel 1951, Patchett lavorava solo dalle 10 alle 16:30, quindi sarebbe stata disponibile a casa per preparare i pasti di suo marito prima e dopo quelle ore. È morta nel 2002.

  • Veruschka: 12 copertine

    Veruschka - nome completo Veruschka von Lehndorff - apparso su 16 copertine di Vogue negli anni '60. Un tedesco, fu scoperta a Firenze all'età di 22 anni e divenne una modella a tempo pieno. Poi incontrò Eileen Ford a Parigi nel 1961 e prontamente confezionò le sue borse e si trasferì a New York City.

    Veruschka smise improvvisamente di modellare nel 1975, dopo un disaccordo con il caporedattore di Vogue all'epoca, Grace Mirabella. Poi, nel 2010, si è presentata in passerella per il designer Giles Deacon alla London Fashion Week. Aveva 71 anni al tempo.

  • Gisele Bundchen: 11 copertine

    È nota agli appassionati di sport come moglie del quarterback vincente al Super Bowl Tom Brady dei New England Patriots, ma la modella brasiliana Gisele Bundchen ha avuto una carriera tutta sua. Uno degli originali Angeli di Victoria's Secret, Bundchen ha inaugurato un nuovo stile di modelli dall'aspetto sano e curvilineo.

    È stata inserita tra le donne più potenti del mondo dalla rivista Forbes ed è stata una delle modelle più pagate al mondo al culmine della sua carriera.

  • Kate Moss: 8 copertine

    Kate Moss è stata scoperta all'aeroporto JFK di New York quando aveva solo 14 anni. Ha preso d'assalto gli anni '90 quando ha collaborato con Calvin Klein e ha il merito di aver dato il via alla nascita del grunge, l'era dell'era chic della modellazione. Il suo stile di vita festoso è stato raggiunto da lei nel 2005, ma è tornata a fare la modella dopo una breve pausa ed è stata la seconda nella lista dei modelli più redditizi di Forbes nel 2012.

    Da allora, Moss si è lanciato nel mondo degli affari con la sua linea di abbigliamento ed è attualmente impegnata come fashion editor per l'edizione britannica di Vogue.

  • Alcuni altri fatti divertenti

    Apparentemente, l'aspetto di Veruschka è stato il più costoso di copertina di Vogue di sempre. Costava circa 1 milione di dollari ... e questo era tornato ai dollari degli anni '60. Le riprese si sono svolte in Giappone per un periodo di circa cinque settimane. Novanta cani si sono fatti strada anche sulla copertina di Vogue, incluso lo Yorkie di Gisele Bundchen nel 2001.

    
    Articoli Interessanti
    Raccomandato
    Quando invii una lettera di accompagnamento via email, è importante seguire le indicazioni della compagnia su come inviare la tua lettera di presentazione e il curriculum, nonché per assicurarti che le tue lettere di accompagnamento e-mail siano scritte così come ogni altra corrispondenza professionale che invii. S
    Si dice spesso che ci vuole un tipo speciale di dipendente per lavorare nel settore non profit. Le ore sono lunghe, la paga di solito non è così competitiva e ci sono molte sfide da affrontare ogni giorno. Detto questo, chi lavora in ambito non profit gode della ricompensa di sapere che il proprio lavoro sta cambiando il mondo in meglio.
    Gestisci le tue aspettative Cosa può aspettarsi un autore di recente pubblicazione pubblicando il suo libro? Ci sono emozioni reali e tangibili nell'essere un autore pubblicato: il tuo nome su una giacca da libro. Il privilegio di mettere le tue parole a disposizione di un pubblico di lettori. La consapevolezza di essere abbastanza bravi per aver finito e pubblicato un libro.
    Dopo un colloquio di lavoro, è importante seguire immediatamente, mentre l'incontro è ancora fresco nella tua mente. In questo modo puoi cogliere l'opportunità di consolidare il tuo interesse e le tue qualifiche con il gestore assumente. La vostra lettera di ringraziamento per un lavoro di lavoro sociale dovrebbe trasmettere il vostro apprezzamento per l'intervista e ribadire le qualifiche più rilevanti per il lavoro. Co
    L'email più comune che ricevo racconta una storia dell'orrore delle risorse umane. I dipendenti mi raccontano storie infinite su come sono stati trattati dalla persona dello staff delle risorse umane. Descrivono i funzionari delle risorse umane come non curanti, incompetenti e senza tracce. Accusano lo staff delle risorse umane di non essere in contatto con le esigenze dei dipendenti e di favorire la gestione e la linea aziendale rispetto alle preoccupazioni dei dipendenti.
    Durante l'ultima settimana di addestramento militare di base dell'aeronautica militare, riceverete i lasciapassare (tempo libero) da spendere da soli o da spendere con i membri della famiglia, se partecipano agli eventi di laurea. Alcuni di questi passaggi saranno per la base, e alcuni saranno per off-base, in modo da poter visitare i siti locali a San Antonio, in Texas