Attività commerciale

Informazioni sui pubblicisti

I pubblicisti sono assunti per ottenere la copertura della stampa per i loro clienti. Cosa significa questo? I pubblicitari sono la versione del mondo dei media delle cheerleaders, in una certa misura. Il loro compito è fare in modo che i giornalisti scrivano del loro cliente, chiunque esso sia.

Comunicati stampa: Pom Pom di un pubblicista

Come fanno gli addetti stampa a scrivere dei loro clienti? Pubblicano comunicati stampa. La maggior parte delle persone ha ricevuto un comunicato stampa a un certo momento e questi annunci generali sono inviati in massa alla stampa per avvisarli delle notizie e, si spera, generano storie. I pubblicitari di solito scrivono questi comunicati stampa e, per avere un'idea di come è un comunicato stampa, controlla l'archivio di Google dei comunicati stampa. Questi comunicati stampa, come si potrebbe presumere, fanno annunci su nuove iniziative e sviluppi commerciali in cui è coinvolta la società.

Relazioni pubblicitarie con i giornalisti

Al di là dei comunicati stampa, che sono annunci generalizzati, i pubblicitari coltivano anche relazioni con i giornalisti al fine di inserire storie con loro. I buoni pubblicisti comprendono il funzionamento interno dei media in modo che possano riconoscere le storie di cui alcuni giornalisti vogliono scrivere.

Alcune storie sono ovvie e non richiedono molto in termini di pubblicità: se sei un pubblicitario che lavora per Ford e GM acquista Ford, non c'è alcun bisogno di generare interesse da parte della stampa per quella storia poiché è una notizia importante in sé e per sé i giornalisti saranno dappertutto.

Se sei un pubblicista che lavora a Random House, tuttavia, e stai cercando di promuovere un libro, potresti dover consegnare a mano possibili storie sul libro ai giornalisti. Per fare ciò, è necessario capire quali tipi di pubblicazioni potrebbero essere interessati a certe storie.

C'è qualcosa di interessante sull'autore che potrebbe creare una buona storia? Devi pensare all'argomento del libro. Se è un romanzo d'esordio su una famiglia in crisi, le storie su di esso potrebbero funzionare meglio nelle riviste femminili. Se il libro parla di correre e stai cercando di pubblicizzarlo, dovresti parlare con gli editori di Runner's World . E così via e così via.

Dove puoi lavorare

Il lavoro pubblicitario è di ampio respiro. Quindi puoi lavorare nel campo dell'editoria editoriale, le case editrici hanno gruppi di pubblicisti che lavorano per promuovere singoli libri o in vari altri settori. Puoi lavorare per una società, promuovere l'azienda stessa (e la sua immagine) o i suoi prodotti specifici. C'è anche bisogno di pubblicisti dell'industria cinematografica per promuovere i film di uno studio.

Abilità ed educazione

Non c'è una laurea necessaria per un lavoro in pubblicità. Ma, come lavoro che richiede la scrittura, è bene essere abili e a proprio agio in questo settore. Oltre l'educazione, l'atteggiamento è importante. Il lavoro di un pubblicitario è di rendere il prodotto su cui stanno lavorando, qualunque esso sia, interessante e buono. Se non ti piace l'idea di parlare di cose a cui potresti non essere interessato o appassionato, questo non è il lavoro che fa per te.

I lavori in pubblicità sono spesso più facili da ottenere e più remunerativi di quelli nell'area editoriale. La pubblicità è anche un ampio campo, il che significa che lavori praticamente per qualsiasi tipo di azienda. Non-profit, studi cinematografici, editori di libri, aziende di Fortune 500: tutti hanno pubblicisti, il che significa che ci sono molte opportunità di lavoro in tutti i campi. Una combinazione di lavoro creativo e aziendale, pubblicità può essere ideale per coloro che hanno un talento per la scrittura, ma potrebbe non voler sopportare i bassi salari e la forte concorrenza tipica dei lavori di giornalismo.

Raccomandato
definizioni Proviamo un piccolo esperimento. Vai al tuo motore di ricerca preferito e digita la parola "carriera". Cosa vedi nella pagina dei risultati? La tua ricerca avrà portato oltre un miliardo di risorse. Tra questi ci saranno elenchi di occupazioni con dettagli su ciascuno, annunci di lavoro, consigli di carriera e consigli per la ricerca di lavoro.
Quando si tratta di lavorare a casa, molto spesso importa dove si trova la tua casa. Alcuni stati hanno un sacco di lavoro a casa, ma altri non sono definitivi, ma queste società di call centre si occupano di posti di lavoro a casa Louisiana: Accolade Support Call Center Services Questa società di outsourcing dei processi aziendali coinvolge gli appaltatori indipendenti come agenti di supporto tecnico domiciliare e rappresentanti del servizio clienti.
Ecco un elenco di competenze contabili da aggiungere al tuo curriculum quando fai domanda per un posto di lavoro. Ragionieri e contabili hanno spesso competenze simili, ma molti Stati governano se puoi chiamarti o l'uno o l'altro. I contabili spesso iniziano da un livello di immissione dei dati, mantenendo i registri finanziari di un'azienda e documentando le sue transazioni
Cosa serve per diventare un agente di call center virtuale o in-office Sebbene non ci sia una descrizione del lavoro di un call center virtuale perché ogni azienda ha requisiti diversi per i suoi agenti e per ogni tipo di posizione, ci sono alcune risorse che un candidato al call center può apportare al lavoro.
Programmi di ricerca di lavoro, workshop e strumenti disponibili presso la biblioteca La maggior parte delle persone probabilmente non pensa di andare in biblioteca quando sta iniziando una ricerca di lavoro, ma è un buon posto per ottenere assistenza personale e accedere a risorse online (e stampare, ovviamente) che aiuteranno la caccia al lavoro senza intoppi.
Descrizione La medaglia del soldato è un ottagono di bronzo largo 1 3/8 di pollice. Illustrato sul fronte tra due gruppi di stelle, sei a sinistra e sette a destra, è un'aquila in piedi su un fascio. C'è uno spruzzo di foglie sopra il gruppo di sei stelle. Il bordo superiore del retro dell'ottagono reca la scritta "Medaglia del soldato" e sul viso sono scritte le parole "Per il valore". I