Attività commerciale

Cosa i datori di lavoro non dovrebbero elencare in un annuncio di lavoro

A volte, quando leggi un annuncio di lavoro, ti chiedi se un datore di lavoro può davvero escludere determinati tipi di candidati. Cosa possono elencare i datori di lavoro in un annuncio di lavoro e cosa non dovrebbe essere elencato? Quali sono le regole e quando non si applicano le regole?

Ai datori di lavoro è vietato discriminare i candidati di lavoro da numerose leggi federali e statali. I datori di lavoro non dovrebbero includere alcun riferimento a sesso, stato coniugale / parentale, stato di disoccupazione, razza, etnia, età, disabilità non legata al lavoro, origine nazionale o religione negli annunci di lavoro.

La Commissione per le pari opportunità di lavoro degli Stati Uniti (EEOC) è l'agenzia federale incaricata di far rispettare le leggi che vietano la discriminazione sul lavoro.

Cosa non dovrebbe essere incluso in un annuncio di lavoro

I datori di lavoro non possono escludere un candidato con un GED rispetto a un diploma di scuola superiore tradizionale. Quasi la metà degli Stati Uniti proibisce la discriminazione basata sull'orientamento sessuale. Mentre non ci sono attualmente leggi federali che si applicano a questa popolazione, gli annunci per i lavori federali non dovrebbero includere riferimenti all'orientamento sessuale.

Le offerte di lavoro non dovrebbero includere informazioni sulla disoccupazione o richiedere applicazioni solo da parte di persone che lavorano. Di fatto, la città di New York ha approvato una legislazione che vieta la discriminazione contro i disoccupati.

Cerco un certo tipo di richiedente

È raro che un datore di lavoro violi palesemente queste leggi dicendo qualcosa come "Solo gli uomini sposati hanno bisogno di applicare". Le violazioni più comuni implicano l'implicazione (forse involontaria) che un determinato tipo di classe protetta di persone non riceverebbe considerazione, ad esempio, alla ricerca di candidati con un forte orientamento familiare, o alla ricerca di candidati con una prospettiva giovane sui social media.

In alcuni casi, un'organizzazione non può elencare i requisiti, ma può pubblicare una dichiarazione di missione o obiettivi che indicano che stanno cercando un determinato tipo di richiedente:

Missione: conoscere Cristo Gesù vivendo e poi comunicando la pienezza della vita nella famiglia di Dio, la Chiesa.

Stiamo cercando coppie sposate che lavorino nelle nostre case.

In altri casi, i datori di lavoro promuovono la diversità:

Tutte le persone interessate, incluse le persone di colore, le donne, le persone con disabilità e le persone lesbiche, gay, bisessuali, transgender o intersessuali sono particolarmente sollecitate ad applicare.

Donne e uomini e membri di tutti i gruppi etnici e razziali sono incoraggiati ad applicare.

Eccezioni alle leggi sulla discriminazione

Ci sono rare eccezioni a queste leggi, come i casi in cui i requisiti fisici renderebbero impossibile, anche con le sistemazioni, per una persona fisicamente impegnata svolgere le mansioni lavorative.

I candidati al lavoro spesso si chiedono se sia legale quando un datore di lavoro specifica che vogliono candidati di una certa religione in un annuncio di lavoro. La risposta è che dipende dall'organizzazione e dal lavoro.

Quando un datore di lavoro può elencare la religione come una qualifica di lavoro

Il Titolo VII del Civil Rights Act del 1964 proibisce ai datori di lavoro di discriminare i candidati e i dipendenti in base alla religione. Le disposizioni di questa legge regolano tutti gli aspetti del processo di reclutamento, colloquio e assunzione. La legge proibisce inoltre ai datori di lavoro di discriminare i dipendenti, molestare i lavoratori o limitare il loro avanzamento basato sulla religione una volta che sono sul posto di lavoro.

Tuttavia, le organizzazioni religiose sono esenti da alcuni aspetti del titolo VII. Possono dare la preferenza ai membri della propria religione nel processo di assunzione e possono indicare questa preferenza in un annuncio di lavoro.

Linee guida per le esenzioni di assunzioni religiose

La Commissione per le pari opportunità di lavoro (EEOC) definisce le organizzazioni religiose come istituzioni il cui "scopo e carattere sono principalmente religiosi".

Le linee guida EEO per interpretare questa legge citano fattori come se il suo statuto abbia uno scopo religioso; se le sue operazioni quotidiane sono religiose; se non è a scopo di lucro; e se è affiliata o sostenuta da una chiesa o da un'altra organizzazione religiosa come indicatori del fatto che un'organizzazione debba essere considerata un'entità religiosa.

Lavori esenti dai requisiti di assunzione

Anche i lavori che non comprendono le attività religiose sono coperti da questa eccezione.

Ad esempio, una chiesa potrebbe assumere solo custodi che sono membri della propria religione e respingere i candidati di una diversa persuasione religiosa. Questa eccezione non consente alle organizzazioni religiose di specificare religioni diverse dalla propria come requisito di lavoro. Alle organizzazioni religiose è ancora vietato discriminare i candidati per motivi di lavoro in base all'età, alla razza, al sesso, all'origine nazionale o alla disabilità.

Raccomandato
Le leggi tradizionali dei lavoratori stanno cambiando Le leggi sulla compensazione dei lavoratori assicurano che un dipendente che è infortunato a causa di un infortunio sul lavoro o che contragga una malattia a seguito dello svolgimento del proprio lavoro, riceverà un risarcimento e benefici medici.
Ad un certo punto della tua carriera potresti aver bisogno di una consulenza professionale. Forse stai scegliendo una carriera per la prima volta o vuoi cambiare quella attuale. Forse hai bisogno di aiuto con la tua ricerca di lavoro. La consulenza di carriera può aiutarti con questi e altri dilemmi legati alla carriera.
"Chiedere. Ascolta. Chiedi di più E proprio quando pensi di essere fuori questione, continua a chiedere e continua ad ascoltare ". Qualcuno mi ha dato questo consiglio 11 anni fa, quando stavo iniziando la mia compagnia, Goodshop. Il suo punto era: con così tante persone davanti a me che hanno viaggiato la strada dell'imprenditorialità, non ho dovuto reinventare la ruota. S
Ottieni informazioni sulla carriera su doveri, salari e altro Gli allevatori di ovini sono responsabili della cura quotidiana e della manutenzione delle pecore utilizzate per la produzione di carne o lana. Doveri I doveri di un allevatore di pecore possono includere l'alimentazione, la tosatura della lana, la somministrazione di farmaci per via orale o per iniezione, il mantenimento di fabbricati agricoli e recinti, il monitoraggio del gregge per eventuali segni di malattia o malattia, assistenza alle nascite difficili e gestione dei rifiuti
Congratulazioni! Hai segnato quell'intervista. È una buona idea accettare e confermare con una e-mail, anche se hai parlato con il responsabile delle assunzioni o con il rappresentante delle risorse umane al telefono. In questo modo, puoi essere certo di avere tutti i dettagli corretti. È anche una buona opportunità per porre domande logistiche - dove si trova l'ufficio, con chi parlerai esattamente durante l'intervista, ecc. U
Se sei uno dei fortunati laureati che ha ottenuto un lavoro, la tua attenzione si trasformerà presto in una strategia di successo eccellendo nel tuo primo lavoro. Il tuo atteggiamento e la tua etica del lavoro determineranno in larga misura se quell'esperienza è positiva e fornisce una piattaforma per una carriera fattibile.