Attività commerciale

Suggerimenti per la gestione di un dipendente con autismo sul posto di lavoro

I manager potrebbero dover prendere in considerazione l'alloggio per disabili nel luogo di lavoro

Quando parli di autismo, si parla spesso in un contesto scolastico, ma ogni bambino con autismo diventa un adulto con autismo. Di conseguenza, è necessario discutere di autismo nel contesto del posto di lavoro. La gestione dei dipendenti con autismo può porre delle sfide e richiedere che i manager comprendano e reagiscano in modo appropriato alla visualizzazione delle caratteristiche da parte di un dipendente autistico.

L'autismo è una disabilità che è coperta dall'Americans with Disabilities Act (ADA) e, pertanto, è necessario creare sistemazioni ragionevoli per un dipendente o un candidato con autismo.

Che aspetto ha l'autismo sul posto di lavoro?

"Se hai incontrato una persona con autismo, hai incontrato una persona con autismo". Questa affermazione, attribuita al Dr. Stephen Shore, è comunemente ripetuta nella comunità dell'autismo.

Poiché l'autismo è un disturbo dello spettro, le persone con autismo vanno dall'essere leggermente diverse rispetto a una persona neurotipica, una persona che non mostra schemi autistici o altri modelli neurologici atipici di pensiero o comportamento, a qualcuno che non sarà mai in grado di vivere una vita indipendente.

Tuttavia, ci sono caratteristiche che sono abbastanza comuni nelle persone con autismo. WebMD ha compilato un elenco di sintomi relativi all'autismo. Qui ci sono quattro che possono avere un impatto sul tuo posto di lavoro. Sono esempi di ciò su cui i manager devono pensare quando gestiscono dipendenti e candidati con autismo sul posto di lavoro.

Difficoltà con abilità interpersonali

Le persone con autismo possono avere "problemi significativi nello sviluppo di abilità comunicative non verbali, come il guardare l'occhio-occhio, l'espressione facciale e la postura del corpo".

Leggi questa frase e pensa a come giudichi un candidato in un colloquio di lavoro. "Sembrava a disagio" o "non mi guardava negli occhi; lei deve mentire. "Molti giudizi sono fatti sulla base del linguaggio del corpo di un candidato, ma chi cerca lavoro sullo spettro autistico potrebbe non essere in grado di esprimere questi giudizi o di tenere il proprio corpo in un modo che le persone neurotipiche si aspetterebbero.

Devi smettere e considerare se avere un candidato ti guarda direttamente negli occhi è una funzione essenziale del lavoro. Se non lo è (e probabilmente non lo è), allora devi assicurarti di non rifiutare un candidato a causa di un simile comportamento.

Lo stesso è vero sul posto di lavoro. Gestire un dipendente con autismo richiede che tu contribuisca a colmare il divario tra la tua interazione interpersonale attesa e quella del dipendente con autismo.

Agire come un giocatore di squadra

Un altro sintomo che una persona con autismo può esibire è una "mancanza di interesse nel condividere divertimento, interessi o risultati con altre persone". Nel mondo degli affari, i manager potrebbero dire che questa persona non è un giocatore di squadra. Il lavoro di squadra è importante, ma è una funzione essenziale di un lavoro? Congratularci con un collega per un grande risultato fa la differenza tra una recensione positiva o negativa?

Inoltre, un dipendente autistico può avere "difficoltà a comprendere i sentimenti di un'altra persona". Ciò che una persona autistica vede come diretta, può essere ricevuto da un'altra persona come scortese e inappropriata. Questo può ridursi a ciò che sembra una differenza culturale, e può essere culturale, ma può anche essere correlato a come il tuo cervello elabora le informazioni.

Un manager potrebbe dire: "Voglio ringraziarvi per tutto il vostro duro lavoro su quel progetto, ma speravo che la prossima volta poteste pensare a farlo in un altro modo." Sta cercando di parlare bene, ma alcuni dipendenti autistici non sono otterrò il messaggio che il capo vuole un cambiamento.

Quando gestisci i dipendenti con autismo, prova l'approccio diretto. "Buon lavoro. La prossima volta, fallo al posto di quello. "

Mancanza di umorismo

Non riesci a superare la giornata di lavoro senza un buon senso dell'umorismo, giusto? Bene, un dipendente con autismo potrebbe avere difficoltà a capire l'umorismo. Potrebbe prendere qualcosa che dici come un'istruzione piuttosto che ciò che percepisci come una battuta ovvia.

Il risultato può causare confusione. Dovrai parlare in modo diretto e salvare le tue battute per ore in cui non stai discutendo di battute direttamente quando gestisci un dipendente con autismo.

Inoltre, a volte può essere difficile spiegare cosa è e cosa non è appropriato comportamento sul posto di lavoro. Esistono linee immaginarie su ciò che costituisce uno scherzo divertente e ciò che costituisce un commento inappropriato. Un dipendente con autismo potrebbe avere difficoltà con questa linea e dire qualcosa che tu e HR considererebbero inappropriati.

Ma la risposta appropriata quando si gestisce un dipendente con autismo è diversa da quella che si potrebbe dire a un dipendente neurotipico. No, non devi scusare un cattivo comportamento sul posto di lavoro, ma sì, potresti dover passare più tempo a spiegare le linee per non passare ad un dipendente con autismo.

La necessità di un programma rigoroso

Alcune persone con autismo possono utilizzare iperfocus, ovvero la capacità di concentrarsi molto intensamente su un argomento, argomento o attività che li interessa mentre altri hanno bisogno di un programma rigoroso che non può essere modificato senza conseguenze gravi. Potresti pensare di essere gomito in profondità in un progetto quando il tuo collega autistico improvvisamente si alza e va a prendere il suo pranzo e inizia a mangiare.

Potresti percepirlo come un segno che lei non è investita nel progetto ed è disposta a lasciarti fare il lavoro da solo. Ma in realtà, è semplicemente che lei pranza sempre alle 12:15 ed è alle 12:15 adesso.

Nel caso dell'iperfocusing, se l'impiegato con iperfocus dell'autismo è sul lavoro che stai facendo, è grandioso, ma lo farà per noiose conversazioni in sala. Se ti concentri su qualcos'altro, puoi passare molto della tua vita ascoltando l'hobby attuale del tuo collega autistico.

Ancora una volta, quando si gestisce un dipendente con autismo, è necessario determinare se sia accettabile o meno tale caratteristica. Pranzare esattamente alla stessa ora ogni giorno sembra una sistemazione ragionevole per un dipendente con autismo. Se l'iperfocus impedisce al dipendente di svolgere il proprio lavoro, tuttavia, una sistemazione ragionevole potrebbe non esistere.

Determinazione di un alloggio ragionevole

L'American with Disabilities Act (ADA) richiede un processo interattivo. Ciò significa che tu e il tuo dipendente con autismo dovete discutere di cosa ha bisogno il dipendente e giungere a un accordo su una soluzione ragionevole.

Quando gestisci un dipendente con autismo, non devi semplicemente accettare ciò che il dipendente dice di aver bisogno, ma devi negoziare in buona fede. Ciò che è ragionevole per una società potrebbe non essere ragionevole per un'altra.

Se un dipendente autistico dice che ha bisogno di lavorare senza distrazioni, puoi permetterle di indossare le cuffie quando altrimenti non permetterebbe ai dipendenti di farlo. Questa sistemazione è ragionevole. Ma, se il suo lavoro comporta il lavoro con i clienti, il fatto che possa indossare le cuffie potrebbe non servire agli interessi di fornire un servizio clienti eccellente, questo non è ragionevole.

È fondamentale che le descrizioni dei tuoi lavori coprano tutte le funzioni chiave dei lavori dei dipendenti. In questo modo tu e un candidato di lavoro autistico puoi determinare se il candidato può o meno svolgere le funzioni chiave. Se è in grado di eseguire le funzioni chiave, è quindi necessario decidere se è la migliore candidata in base alle competenze, all'esperienza e ad altri fattori che normalmente utilizzi nella selezione dei candidati.

Rifiutare un candidato perché non ti guarda negli occhi quando parla quando il lavoro consiste principalmente nel lavorare autonomamente su un computer è probabile che violi la legge.

L'autismo sul posto di lavoro è qualcosa a cui tutti i reparti delle risorse umane devono riflettere e considerare i modi in cui possono ospitare i dipendenti attuali e potenziali che si trovano da qualche parte su questo spettro. Puoi sicuramente avvantaggiare la tua azienda quando assumi il dipendente più qualificato, anche quando questo richiederà un paio di sistemazioni quando gestisci un dipendente con autismo.


Articoli Interessanti
Raccomandato
Quando sei un dirigente o quando aspiri ad essere un dirigente, devi scrivere un curriculum che ti faccia risaltare. Un curriculum per una posizione esecutiva deve mostrare la tua esperienza di leadership. Ha anche bisogno di dimostrare al gestore assumente che aggiungerai valore all'azienda. Quando stai cercando un lavoro come executive supply chain o executive della logistica, vorrai evidenziare le tue esperienze riducendo i costi, le tue conoscenze IT e le tue capacità di gestione dei progetti.
Qual è la differenza tra ispanico e latino? Il governo federale degli Stati Uniti spesso raggruppa le persone per scopi di raccolta delle informazioni e in molti casi non fa distinzioni tra le origini, nonostante le parole abbiano due significati di identità separati per gli individui e definizioni di dizionario univoche.
La partecipazione e il valore derivano dalla comunicazione con i dipendenti regolari I professionisti delle risorse umane e dei benefici trascorrono molto tempo e sforzi per garantire i migliori benefici ai dipendenti e il risarcimento per le loro persone. Tuttavia, senza un forte processo di comunicazione dei benefici, può essere difficile far salire a bordo i dipendenti.
Posizione: Designer didattico Conosciuto anche come: un ID; progettista di sistemi didattici o ISD Settore / settore professionale: I progettisti didattici lavorano in ambito aziendale, governativo e senza scopo di lucro nei settori dell'istruzione online, dell'apprendimento a distanza, dell'e-learning, della formazione, ecc
Come studente universitario, trovare un lavoro che sia al tuo livello di esperienza, ma comunque interessante, può essere una sfida! Fortunatamente, i datori di lavoro che assumono specificamente studenti universitari, generalmente capiscono che gli studenti potrebbero non avere una vasta esperienza lavorativa, è importante includere altre informazioni rilevanti nella lettera di accompagnamento, inclusa la maggiore / minore esperienza di volontariato, esperienza di tirocinio e abilità personali che riguardano la posizione. E
Ci sono idee e c'è realtà. Quando le cose vanno per il meglio, la nostra realtà combacia con le nostre idee. Quando sperimentiamo lotta, turbolenze o difficoltà, è spesso perché la nostra realtà non corrisponde alle nostre idee. Quelli in vendita, o che stanno pensando di iniziare una carriera come professionista delle vendite, hanno spesso le proprie idee su come saranno le vendite e le vendite. E qua