Attività commerciale

Scopri come diventare un vero controllore

Un correttore di fatti, come puoi immaginare, ripercorre le storie per accertarti che i fatti vengano verificati. Un verificatore di fatti lavorerà spesso in un dipartimento di ricerca di una rivista o di un programma televisivo.

Il controllo dei fatti è uno di quei lavori discussi nel settore che molte persone al di fuori del mondo dei media non conoscono troppo. La cosa principale che fa un controllore dei fatti è andare su una storia meticolosamente per confermare tutti i fatti al suo interno. Ciò significa confermare tutto dall'età di un soggetto a ciò che hanno detto.

In che modo i controllori di fatti accertano la precisione

Per garantire l'accuratezza di un articolo, un verificatore di fatti deve basarsi su due competenze: ricerca indipendente e, in parte, capacità di reporting. Se un giornalista fa una dichiarazione in una storia - per esempio, Cristoforo Colombo è venuto in America nel 1492 - un correttore di fatto deve confermare che questo è vero.

Per fare ciò, dovranno ricercare i fatti e, se necessario, effettuare chiamate per confermare tali fatti. (Se un verificatore di fatti, ad esempio, confermasse il titolo di una persona menzionata in una storia, non avrebbe semplicemente definito tale titolo da Google, ma chiamerebbe quella persona, o la società per la quale lavora, per ottenere le informazioni.)

L'altra grande cosa che fa un verificatore dei fatti è parlare alle fonti. Un verificatore di fatti deve assicurarsi che tutto ciò che un giornalista dice che qualcuno abbia detto è stato, infatti, detto. Ciò significa chiamare le fonti che sono state citate in un pezzo o parafrasate e passare sopra le loro dichiarazioni con loro.

Dove arriva l'abilità di un vero fatto

Se il lavoro di un verificatore di fatto sembra facile, non lo è. C'è in realtà un bel po 'di abilità, specialmente per parlare con le fonti. A prescindere dall'esigenza di buone capacità di ricerca - e dall'istinto di sapere quando un fatto è stato effettivamente confermato - un verificatore di fatti deve essere in grado di confermare i dettagli con una fonte senza annacquare, o alterare, la storia stessa. Questo può essere molto difficile.

Poiché il lavoro di un giornalista è spesso quello di convincere qualcuno a dire qualcosa che potrebbe non voler dire, un verificatore di fatti deve stare attento alle fonti che cambiano idea dopo il fatto. Spesso, quando offri a una fonte l'opportunità di tornare indietro su ciò che hanno detto, potrebbero desiderare di aver detto le cose in modo diverso e provare a modificare il loro commento originale. Un correttore di fatti vuole assicurarsi che ciò non accada, ma garantisce comunque che un preventivo o una caratterizzazione siano accurati.

Per illustrare l'abilità artistica nel controllo dei fatti, un esempio potrebbe aiutare. Diciamo che stai verificando la storia di un omicidio, un marito che uccide sua moglie, in un tranquillo quartiere di periferia. La storia ha una citazione del vicino della coppia che dice: "Ho sempre pensato che Rob fosse pazzo". Questa è una dichiarazione molto forte. Quando stai verificando i fatti con il vicino, devi stare attento a non dargli l'opportunità di cambiare ciò che ha detto.

Come fai a fare questo? Può essere difficile. Le persone spesso dicono che i controllori del fatto non dovrebbero leggere direttamente la loro citazione. (Dopotutto, se dici al vicino: "Hai detto, 'ho sempre pensato che Rob fosse pazzo'?" Il vicino potrebbe rispondere molto bene che non pensa che Rob sia pazzo. Pensa che Rob potrebbe essere sconvolto, forse, ma non matti). Il verificatore dei fatti ha finalmente bisogno di fare questa chiamata. Spesso il verificatore dei fatti deve andare avanti e indietro con una fonte e gran parte della conversazione potrebbe comportare l'evidenziare la differenza tra ciò che una fonte pensa ora e ciò che una fonte ha detto allora.

I giornalisti devono ancora verificare i fatti

La risposta rapida a questa domanda è sì. I controllori di fatti non esistono in modo che i giornalisti possano essere pigri. Esistono come seconda linea di difesa per garantire che gli errori non lo facciano. Su un fronte legale esistono anche controllori del fatto che, se qualcuno si arrabbia e minaccia di citare in giudizio qualcosa in una storia, una pubblicazione ha più persone che possono sostenere la veridicità dei fatti.

Se, per esempio, una fonte afferma di essere citata erroneamente in un pezzo e minaccia di citare in giudizio su di esso, è meglio avere un giornalista (che si spera abbia registrato il commento) per confermare che è stato detto così come un verificatore di fatti che può dire che lo ha anche confermato.

In che modo gli errori continuano ad arrivare anche con i Dama dei fatti

I controllori di fatto non esistono a tutti i livelli del supporto. Mentre la maggior parte delle riviste utilizza dama di fatti, giornali e editori di libri no. I giornalisti che lavorano per un quotidiano devono verificare il proprio lavoro e quindi affidarsi al loro editore, si spera, per cogliere eventuali errori.

Questo ovviamente non succede sempre. Anche gli editori di libri non hanno dipartimenti di ricerca e si affidano agli autori per presentare resoconti fattuali delle loro opere. Mentre sia i giornali che gli editori di libri sono molto attenti alla diffamazione, non spendono i soldi o non concedono il tempo extra, ma occorrerebbe verificare effettivamente ciò che pubblicano.

Fatto scandalo scandalo

Uno dei più grandi scandali per sottolineare il fatto che gli editori di libri non controllano è stato quello che è successo con James Frey e il suo libro di memorie sulle droghe, A Million Little Pieces . Un libro di memorie è, per definizione, reale: è un racconto non fiction della storia di una persona.

Mentre il tag insinua che i fatti sono informati dalla memoria, il lavoro non dovrebbe mutare o alterare significativamente la timeline o gli eventi nella vita di una persona. Pubblicato nel 2003, il libro è stato un grande successo per l'editore Doubleday (un'impronta di Random House) e ha preso il volo dopo essere stato selezionato per il club del libro di Oprah.

Poi, nel 2006, il sito web di tabloid thesmokinggun.com pubblicò un rapporto secondo cui Frey aveva inventato enormi pezzi della sua storia, esagerando il suo passato criminale e la depravazione a cui affondò durante i suoi anni da tossicodipendente. La storia è esplosa e molti dei media hanno lasciato dubbi sul perché gli editori di libri non controllino i loro libri. Storie come questa sul Wall Street Journal hanno fatto riemergere proprio quella domanda.

Altri scandali che sono emersi, che toccano il fatto di controllare più indirettamente, riguardano i giornalisti che fabbricano le fonti. Sicuramente Stephen Glass di The New Republic e Jayson Blair al The New York Times sono due reporter che sono stati entrambi al centro degli scandali in cui hanno inventato fonti e citazioni.

È interessante notare che in questa stagione dello show HBO The Wire - lo spettacolo è ambientato a Baltimora e il focus di questa stagione sono i media - la cosa stessa viene drammatizzata. (Lo spettacolo coinvolge una trama in cui un reporter sta iniziando a fabbricare citazioni per ottenere storie migliori).

Raccomandato
Problemi e soluzioni, per il compito ingannevole di auto-promozione L'autopromozione è forse uno dei progetti più complicati che qualsiasi agenzia pubblicitaria, di marketing o di design può intraprendere. Sembra strano agli estranei che questo sia anche un problema. Dopotutto, quando sei il cliente, sicuramente puoi fare quello che vuoi, giusto? B
La SWAT del Corpo dei Marines Di Cpl. Ryan Walker AREA DI FORMAZIONE CENTRALE, Okinawa, Giappone - Equipaggiata con equipaggiamento balistico, una squadra di marines si muove lentamente verso il loro obiettivo in attesa dietro uno scudo protettivo per il comando da parte del capo unità di esplodere attraverso il loro punto di ingresso per arrestare il loro sospetto.
Come la televisione, la radio e Internet hanno cambiato il volto degli annunci politici Chiunque sia stato negli Stati Uniti durante la preparazione delle elezioni presidenziali saprà tutto sulla pubblicità politica. Dire che bombarda i telespettatori, gli ascoltatori della radio e chiunque veda un cartellone pubblicitario, beh, sarebbe un eufemismo.
Come i datori di lavoro usano le interviste telefoniche ai candidati per lo screening Il colloquio telefonico viene spesso utilizzato come metodo di screening del candidato iniziale. In genere, ai candidati che "superano" la porzione di intervista telefonica viene offerto un colloquio faccia a faccia
Uno su cinque americani ha una disabilità, secondo l'US Census Bureau. Se fai parte di questo gruppo considerevole - se la tua disabilità è visibile o invisibile - l'applicazione e l'intervista per un lavoro ha un ulteriore livello di complessità. Potresti chiederti se ti viene richiesto di condividere informazioni sulla tua disabilità con potenziali datori di lavoro. E,
L'onestà e la fiducia sono fondamentali per l'integrità come dimostrano questi esempi L'integrità è uno dei valori fondamentali che i datori di lavoro cercano nei dipendenti che assumono. È il segno distintivo di una persona che dimostra sani principi morali ed etici al lavoro. L'integrità è la base su cui i collaboratori costruiscono relazioni, fiducia e relazioni interpersonali efficaci. Quals