Attività commerciale

Cosa sapere sull'osservanza di un ordine militare illegale

Quando uno si arruola negli Stati Uniti Militari, in servizio attivo o in riserva, fa il seguente giuramento:

Giuro solennemente (o affermo) che sosterrò e difendere la Costituzione degli Stati Uniti contro tutti i nemici, stranieri e domestici; che sosterrò la vera fede e la fedeltà allo stesso; e che obbedirò agli ordini del Presidente degli Stati Uniti e agli ordini degli ufficiali nominati su di me, secondo i regolamenti e il Codice Uniforme della Giustizia Militare.

I membri arruolati della Guardia Nazionale fanno un simile giuramento, tranne che giurano di obbedire agli ordini del Governatore del loro stato.

Lo giuro

Gli ufficiali, su commissione, giurano a quanto segue:

Giuro solennemente che sosterrò e difendere la Costituzione degli Stati Uniti contro tutti i nemici, stranieri e domestici; che sosterrò la vera fede e la fedeltà allo stesso; che prendo quest'obbligo liberamente, senza alcuna riserva mentale o scopo di evasione; e che farò bene e con fedeltà adempiere ai doveri dell'ufficio in cui sto per entrare.

La disciplina militare e l'efficacia sono fondate sulla base dell'obbedienza agli ordini. Alle reclute viene insegnato di obbedire, immediatamente e senza domande, agli ordini dei loro superiori, fin dal primo giorno del campo di addestramento.

Ordini leciti

I membri militari che non riescono ad obbedire agli ordini legittimi dei loro superiori rischiano gravi conseguenze. L'articolo 90 del Codice uniforme di giustizia militare (UCMJ) rende un crimine per un membro militare disobbedire a un superiore ufficiale incaricato. L'articolo 91 rende reato disobbedire a tutti i costi a un superiore non comandante o funzionario di garanzia. L'articolo 92 rende reato disobbedire a qualsiasi ordine legittimo (la disobbedienza non deve essere "intenzionale" ai sensi di questo articolo).

In effetti, ai sensi dell'articolo 90, durante i periodi di guerra, un membro militare che disobbedisce volontariamente a un superiore ufficiale incaricato può essere condannato a morte.

Questi articoli richiedono l'obbedienza degli ordini LEGITTIMI . Un ordine che è illegale non solo non ha bisogno di essere obbedito, ma l'obbedienza a un tale ordine può comportare il perseguimento penale di colui che obbedisce. Da tempo i tribunali militari ritengono che i membri militari siano responsabili delle loro azioni anche mentre seguono gli ordini - se l'ordine fosse illegale.

"Avevo solo ordini successivi".

" Stavo solo seguendo gli ordini ", è stato usato senza successo come difesa legale in centinaia di casi (probabilmente in particolare dai leader nazisti ai tribunali di Norimberga dopo la seconda guerra mondiale). La difesa non ha funzionato per loro, né ha funzionato in centinaia di casi da allora.

Il primo caso registrato di un ufficiale militare degli Stati Uniti che utilizzava la difesa " I was only following orders " risale al 1799. Durante la guerra con la Francia, il Congresso approvò una legge che consentiva di sequestrare navi destinate a qualsiasi porto francese. Tuttavia, quando il presidente John Adams scrisse l'ordine di autorizzare la Marina statunitense a farlo, scrisse che le navi della Marina erano autorizzate a prendere qualsiasi nave diretta verso un porto francese, o in viaggio da un porto francese. Secondo le istruzioni del presidente, un capitano della Marina degli Stati Uniti si impadronì di una nave danese (il pesce volante ), che era in rotta da un porto francese.

I proprietari della nave hanno citato in giudizio il capitano della Marina nella corte marittima degli Stati Uniti per trasgressione. Hanno vinto e la Corte Suprema degli Stati Uniti ha confermato la decisione. La Corte Suprema degli Stati Uniti ha dichiarato che i comandanti della Marina "agiscono a loro rischio e pericolo" quando obbediscono agli ordini presidenziali quando tali ordini sono illegali.

La guerra del Vietnam ha presentato ai tribunali militari degli Stati Uniti più casi di difesa " I was only order " rispetto a qualsiasi conflitto precedente. Le decisioni prese in questi casi hanno ribadito che, in seguito a ordini manifestamente illegali, non è una difesa valida dal processo penale. Negli Stati Uniti contro Keenan, l'imputato (Keenan) è stato riconosciuto colpevole di omicidio dopo aver obbedito al fine di sparare e uccidere un anziano cittadino vietnamita. La Corte d'Appello Militare ha dichiarato che " la giustificazione per atti compiuti in base a ordini non esiste se l'ordine fosse di natura tale che un uomo di buon senso e comprensione lo riconoscerebbe come illegale.

(È interessante notare che il soldato che ha dato l'ordine a Keenan, il caporale Luczko, è stato assolto per motivi di follia).

Probabilmente il caso più famoso della difesa " I was only following orders " era la corte marziale (e condanna per omicidio premeditato) del Primo Tenente William Calley per la sua parte nel massacro di My Lai il 16 marzo 1968. Il tribunale militare respinse La tesi di Calley di obbedire all'ordine dei suoi superiori. Il 29 marzo 1971, Calley fu condannato all'ergastolo. Tuttavia, la protesta pubblica negli Stati Uniti dopo questo processo molto pubblicizzato e controverso fu tale che il presidente Nixon gli concesse clemenza.

Calley finì per trascorrere 3 anni e mezzo agli arresti domiciliari a Fort Benning, in Georgia, dove un giudice federale ordinò la sua liberazione.

Nel 2004, i militari hanno iniziato le corte marziali di diversi membri dell'esercito dispiegati in Iraq per maltrattare prigionieri e detenuti. Diversi membri hanno affermato che stavano solo seguendo gli ordini dei funzionari dell'intelligence militare. Sfortunatamente (per loro), quella difesa non volerà. Il maltrattamento dei prigionieri è un reato ai sensi sia del diritto internazionale sia del Codice uniforme di giustizia militare (cfr. Articolo 93 - Crudeltà e maltrattamenti).

Però...

È chiaro, secondo la legge militare, che i membri militari possono essere ritenuti responsabili per i crimini commessi con il pretesto di "obbedire agli ordini", e non vi è alcun obbligo di obbedire agli ordini che sono illegali. Tuttavia, ecco il problema: un membro militare disobbedisce a tali ordini a suo rischio e pericolo. In definitiva, non è se il membro militare pensi o meno che l'ordine sia illegale o illegale; è se i superiori (e le corti) militari pensano che l'ordine sia illegale o illegale.

Prendi il caso di Michael New. Nel 1995, lo Spec-4 Michael New stava servendo con il 1/15 del Battaglione della 3ª divisione di fanteria dell'esercito degli Stati Uniti a Schweinfurt, in Germania. Quando è stato assegnato come parte di una missione di mantenimento della pace multinazionale che sta per essere dispiegata in Macedonia, Spec-4 New e gli altri soldati nella sua unità sono stati ordinati per indossare elmetti e bracciali delle Nazioni Unite (ONU). New ha rifiutato l'ordine, sostenendo che si trattava di un ordine illegale. I superiori di New non erano d'accordo. Alla fine, così ha fatto il pannello della corte marziale.

New è stato riconosciuto colpevole di aver disobbedito a un ordine legittimo e condannato a uno scarso comportamento. La Corte d'appello criminale dell'esercito ha confermato la condanna, così come la Corte d'Appello delle Forze Armate.

È troppo pericoloso

Che dire di un ordine per partecipare a una missione pericolosa? Può l'esercito legalmente ordinarne uno per andare in una "missione suicida?" Ci puoi scommettere.

Nell'ottobre 2004, l'esercito annunciò che stavano indagando su 19 membri di un plotone della 343rd Quartermaster Company con sede a Rock Hill, nella Carolina del Sud, per essersi rifiutati di trasportare rifornimenti in una zona pericolosa dell'Iraq.

Secondo i membri della famiglia, alcune delle truppe ritenevano che la missione fosse "troppo pericolosa" perché i loro veicoli erano disarmati (o avevano poca armatura) e la rotta che avrebbero dovuto prendere era una delle più pericolose in Iraq.

Secondo i rapporti, questi membri semplicemente non si sono presentati per il briefing pre-partenza per la missione.

Possono essere puniti per questo? Loro certamente possono. Un ordine per compiere una missione pericolosa è lecito perché non è un ordine per commettere un crimine. Secondo la legge attuale e il Manuale per le Corti Marziali, " Un ordine che richiede l'esecuzione di un dovere o atto militare può essere dedotto per essere lecito ed è disobbedito a rischio e pericolo del subalterno. ordine, come quello che dirige la commissione di un crimine " .

Infatti, se si può dimostrare che uno o più soldati hanno influenzato gli altri a disobbedire, possono trovare il crimine dell'ammutinamento, ai sensi dell'articolo 94 aggiunto all'elenco delle accuse. L'ammutinamento porta la pena di morte, anche in "tempo di pace".

Obbedire o non obbedire?

Quindi, obbedire o non obbedire? Dipende dall'ordine I membri militari disobbediscono agli ordini a proprio rischio. Inoltre obbediscono agli ordini a proprio rischio. Un ordine di commettere un crimine è illegale. Un ordine per svolgere un servizio militare, indipendentemente da quanto pericoloso sia lecito, purché non implichi la commissione di un crimine.


Articoli Interessanti
Raccomandato
La disciplina progressiva è un processo per affrontare il comportamento legato al lavoro che non soddisfa gli standard di prestazione previsti e comunicati. Lo scopo principale della disciplina progressiva è assistere il dipendente a capire che esiste un problema di prestazioni o opportunità di miglioramento. I
Le unità ricevono l'encomio dell'unità meritoria per un minimo di sei mesi di condotta straordinariamente meritoria nell'esecuzione di servizi eccezionali durante le operazioni militari contro un nemico armato. Il premio Commendation dell'unità meritoria prende il suo posto nell'ordine di precedenza tra il Valorous Unit Award e l'Army Superior Unit Award. È
Cosa portare / Cosa non portare Come gli altri servizi, la Guardia Costiera degli Stati Uniti limita ciò che si può e non si può portare con loro al "Boot Camp" della Guardia Costiera. Esistono tre categorie di oggetti personali: Contrabbando - Articoli che sono severamente vietati Stivaggio - Articoli che possono essere messi nella borsa civile e conservati fino alla partenza dal campo di addestramento Consentito - Articoli che possono essere presi in allenamento. C
Marine Corps Job Descriptions: The Mortarman (0341) Un mortaio è un soldato che gestisce un ordigno chiamato mortaio. Mortarmen negli Stati Uniti Marines è l'unità che è principalmente responsabile per l'impiego tattico della malta leggera da 60 mm e della malta media da 81 mm. Forniscono fuoco indiretto a supporto del fucile e dei quadricipiti, dei plotoni e delle compagnie di armamento leggero o LARS leggero, nonché dei battaglioni di fanteria e LAR. I M
Come respingere i candidati di lavoro gentilmente quando non selezionati per un colloquio Come stai trattando le persone che fanno domanda per le tue posizioni aperte? I candidati al lavoro che ho intervistato mi dicono che ci vuole fino a un'ora per personalizzare una lettera di presentazione e fare domanda per un posto di lavoro
Resta redditizio con queste risorse utili Qualsiasi percorso di carriera richiede una persona per studiare e saperne di più sul loro campo. Questo è il doppio per una carriera in tecnologia. Mantenere le tue capacità attuali può fare o distruggere la tua carriera nel settore tecnologico. La tecnologia può cambiare rapidamente ed è vitale mantenere la corrente. Ecco