Attività commerciale

The Ups and Downs of Crowdsourcing

L'impatto del crowdsourcing sul settore pubblicitario.

Se lavori nella pubblicità o nel marketing, avrai almeno incontrato il termine "crowdsourcing". Termine coniato per la prima volta da Jeff Howe di Wired Magazine, il crowdsourcing è " l'atto di assumere un lavoro tradizionalmente svolto da un agente designato (di solito un dipendente) e esternalizzarlo a un gruppo indefinito, generalmente ampio, sotto forma di chiamata aperta . "

Crowdsourcing in azione
Quindi, va bene in teoria.

Ma come funziona nel settore della pubblicità? Bene, un buon esempio di questo è l'attuale modello di agenzia Victors & Spoils. È, infatti, la prima agenzia pubblicitaria ad essere costruita sui principi del crowdsourcing.

Un tipico progetto per un cliente riguarda proprio ciò che ti aspetti da un'agenzia pubblicitaria, tra cui:

  • Un account director o AE
  • Un direttore della strategia
  • Un direttore creativo
  • Un reparto di produzione

È tutto ospitato anche in un edificio per uffici. Questo non è un paesaggio virtuale. La grande differenza, tuttavia, è il reparto creativo. Questo è crowdsourcing, il che significa che ogni progetto che entra nell'agenzia pubblicitaria viene esternalizzato alla "folla".

Mettere la folla in crowdsourcing

Qual è la folla? Bene, è una fornitura apparentemente infinita di talenti freelance che vivono là fuori nel mondo, pronti a lavorare su qualsiasi lavoro che venga. Loro includono:

  • Direttori artistici
  • copywriter
  • I produttori
  • Designers
  • scrittori
  • strateghi

Victors & Spoils gestisce un database che conta centinaia (o forse anche migliaia) di creatività e accedono a questo database come e quando hanno bisogno di produrre lavoro.

Verrà rilasciato un brief creativo alla folla, le idee verranno inondate e le indicazioni verranno scelte dalle idee che l'agenzia riceve.

I vantaggi di Crowdsourcing

Ci sono molti.

1. Il sovraccarico è inferiore. Paghi solo per le persone creative quando ne hai bisogno, e anche in quel caso, paghi solo le persone se le loro idee vengono scelte.

Inoltre, non ci sono benefici da pagare, ore di ferie e così via.

2. Il pool di talenti è enorme. Un'agenzia pubblicitaria basata su crowdsourcing può scegliere tra migliaia di creatività disponibili.

3. Permette ad un'agenzia di crescere e rimpicciolirsi, se necessario. In questi tempi difficili, le agenzie stanno licenziando il personale creativo e lavorano con un equipaggio ridotto. Quando i tempi migliorano, vengono assunti più creativi. Ma con il crowdsourcing, il reparto creativo cresce e si restringe per adattarsi a ogni lavoro.

4. Il lavoro, teoricamente, è più fresco. Puoi avere team diversi che lavorano sullo stesso cliente per anni, invece di selezionare alcune volte e drenare la creatività ben asciutta.

5. Hai accesso a talenti internazionali. Le barriere sono finite, puoi collaborare con uno scrittore in India con un designer in Giappone, tutto tramite il cloud computing.

6. Ottima collaborazione tra più discipline, lingue e fasce di età.

The Darker Side of Crowdsourcing

Sfortunatamente, per ogni azione, c'è una reazione uguale e contraria. In questo caso, ciò che è positivo per un'agenzia non è necessariamente positivo per tutti. Ed è anche peggio per il pool di talenti là fuori. I principali problemi includono:

1. Il talento viene pagato solo per le idee scelte. Ciò significa che dozzine, forse centinaia, di persone lavorano gratis nella speranza di aver scelto la loro idea.

Questo svaluta enormemente il talento creativo.

2. Altre agenzie tradizionali hanno difficoltà a competere. Non diversamente dalla Redenzione di Shawshank, in cui i detenuti potevano costruire una ferrovia per una frazione del prezzo di un normale business, il crowdsourcing è difficile da battere. Questo lo rende sbagliato? No. Ma distorce il mercato a favore dei modelli di business solo freelance, che potrebbero essere pessime notizie per le carriere creative.

3. Le retribuzioni scendono mediamente al di sotto della media, per i fortunati che hanno scelto le loro idee.

4. Maggiore probabilità di fallimento. I dipartimenti creativi nelle migliori agenzie mondiali sono dotati delle migliori menti. Il talent pool che rimane non è composto da talenti di alto livello, dato che il 99% di questi è impiegato. Crowdsourcing sacrifica una costosa squadra A per una B-team molto più economica.

5. Una ripartizione dei rapporti di lavoro. Quando i creativi cambiano su ogni lavoro, è difficile stabilire relazioni solide con uno staff affidabile.

6. Nessuna responsabilità. Senza contratti e salari bassi (o nulli), il team creativo sarà sempre alla ricerca di un accordo più ampio e migliore. Quando lo prendono, l'agenzia ha lasciato la borsa.

Crowdsourcing è il futuro della pubblicità?

Può essere. In questo momento è troppo presto per dirlo. Ci sono molti aspetti positivi e molti aspetti negativi. Ma quando il down down ricade sulle spalle del talento creativo e l'industria prospera sulla creatività, è probabile che il crowdsourcing rimarrà probabilmente una piccola parte del settore pubblicitario.


Articoli Interessanti
Raccomandato
Un LPN funziona da casa? La risposta breve è: Sì, una LPN può funzionare a casa. In effetti, praticamente chiunque può. Tuttavia, la risposta lunga è: è molto difficile trovare una posizione work-at-home specifica per un LPN. Essendo autorizzato come un RN, e talvolta guadagnando un BSN, in genere è richiesto per ottenere lavori infermieristici work-at-home in telehealth e gestione dei casi. (Legg
I produttori di musica hanno un grande impatto sul tuo album, ma possono anche avere un grande impatto sul tuo budget. Come la maggior parte delle cose nel mondo della musica, la gente merita di essere equamente compensata, ma la parola chiave è giusta. La maggior parte dei produttori desidera aiutarti a rendere le tue canzoni il meglio che possono essere.
In una azione legale rivoluzionaria riguardante le inserzioni online dei dipendenti, il National Labour Relations Board (NLRB), l'agenzia federale che indaga sulle accuse di pratiche di lavoro sleali, ha presentato una denuncia contro una società licenziata da un lavoratore a causa di ciò che ha pubblicato su Facebook.
Molti dei lavori domestici di Amazon sono stagionali o temporanei Con sede a Seattle, questo gigante del commercio elettronico gestisce molti siti negli Stati Uniti, Canada, Cina, Francia, Germania, Italia, Giappone, Spagna e Regno Unito, impiegando più di 30.000 persone. Tuttavia, le sue attività work-at-home, sebbene si siano espanse negli ultimi anni, sono ancora relativamente piccole e focalizzate sul servizio clienti.
Sebbene possano sembrare mezzi di comunicazione antiquati ad alcuni nella nostra epoca moderna di sms e messaggistica istantanea, le lettere di ringraziamento per gli affari servono ancora a scopi molto preziosi all'interno del mondo professionale. Una nota di ringraziamento dignitosa, sia inviata come e-mail sia come lettera formale di "posta ordinaria", è il tipo di comunicazione appropriato e cortese da inviare agli associati professionali.
I marines vietano ufficialmente qualsiasi forma di nonnismo Nonostante i tentativi da parte del Corpo dei Marines di reprimere i rituali velenosi, la pratica purtroppo persiste. Mentre è probabile che il nonnismo si verifichi nell'esercito, nella marina, nell'aeronautica e nella guardia costiera, le pratiche di nonnismo nei marines hanno la reputazione di essere le più brutali, e il nonnismo è più profondamente radicato nella cultura di questo ramo dell'esercito statunitense che nel altri. Se