Attività commerciale

Navigando nel campo minato della pubblicità sulla marijuana

Come pubblicizzi un prodotto contro la legge federale?

Marijuana. Cannabis. Erba. Dope. Chiamalo come vuoi, ma non si può negare che la droga stia prendendo piede negli Stati Uniti.

Anche se l'uso e il possesso della marijuana sono contro la legge federale, 30 stati e il Distretto di Columbia hanno adottato la legalizzazione della marijuana in una qualche forma. Per la stragrande maggioranza degli Stati, ciò significa l'uso di marijuana medica (anche se le limitazioni e le condizioni per tale uso medico variano da stato a stato).

Otto stati hanno praticamente legalizzato completamente la marijuana, il che significa che sia le vendite mediche che ricreative sono non solo consentite, ma sono fiorenti. Più recentemente, la California ha dato il via al 2018 con la marijuana a uso ricreativo, e nel luglio del 2018 il Massachusetts si unirà al club che comprende anche Alaska, Colorado, Maine, Nevada, Oregon e Washington.

Mentre ci sono ancora dibattiti furiosi sulla legalità di questo, e se alcuni stati torneranno alla marijuana solo medica, o al divieto totale, non c'è dubbio che mentre è legale nello stato, le aziende sono pronte a fare milioni di dollari da esso. Ma questo solleva la domanda ... come fai a pubblicizzare qualcosa che è contro la legge federale?

Quali sono le scelte per gli inserzionisti di marijuana?

Come potete immaginare, le opzioni disponibili per gli inserzionisti di marijuana in questo momento sono magre a dir poco. Di gran lunga il modo più semplice per fare pubblicità, e il più economico, è attraverso Google. Ma Google proibisce severamente la pubblicità di droghe "ricreative", con una lista proibita che include:

Cocaina, metanfetamina, eroina, marijuana, sostituti della cocaina, mefedrone e "alti legali". È interessante notare che nella lista mancano i funghi psilocibinici, nonché la droga legale più diffusa di tutti ... l'alcol. È vietato anche il tabacco, che comprende carta da rotoli, pipe, sigari, tabacco da masticare e tutti gli altri prodotti correlati.

La pubblicità mainstream è anche una prospettiva delicata. Sebbene i cartelloni pubblicitari, i quattro fogli e altri mezzi pubblicitari esterni abbiano pubblicizzato prodotti e compagnie di marijuana in passato, è un evento raro. Anche se vivi in ​​uno stato in cui quasi tutte le forme di cannabis sono legali, ad esempio il Colorado, non vedrai un'abbondanza di annunci pubblicitari esterni per i prodotti.

La ragione principale per questo è semplice: pochissime aziende vogliono "colpire l'orso" che è il governo federale. Una cosa è "fare le tue cose" nel tuo stato e tenere i tuoi prodotti di marijuana ai tuoi stessi cittadini. Un altro è quello di acquistare grossi pezzi di materiale multimediale all'aperto, pubblicizzando con orgoglio i massimi legali e le ultime novità in fatto di ediboli e varietà ad alta potenza. Quindi, per la maggior parte, le compagnie di marijuana stanno tenendo tutto sottosopra.

Questo non vuol dire che si stanno allontanando da qualsiasi tipo di pubblicità o marketing. Mentre alcuni dei più tradizionali, le scelte dei media tradizionali non sono in considerazione, ci sono altre vie aperte alle aziende che vendono marijuana legale. Forse il migliore sono i social media.

Facebook, Twitter, Pinterest, Instagram e Imgur sono tutte opzioni praticabili per un dispensario di infestanti legali o per i produttori dei prodotti che dispensano.

Ad esempio, Dixie Brands è una società fondata nel 2009 e con una presenza professionale ed educativa sui canali social, tra cui una pagina Facebook impressionante, un feed Twitter con circa 27.000 follower e una pagina Instagram.

A differenza della pubblicità tradizionale, queste pagine social sono incredibilmente convenienti e consentono al marchio di raggiungere direttamente un consumatore mirato. Questo non è un approccio al mercato di massa, ma una strategia di micro-marketing, e giustamente. Nonostante l'accettazione diffusa in molti luoghi, ci sono moltissime persone che semplicemente non vogliono vedere pubblicità per la cannabis.

Essendo selettivi, usando il geo-targeting e forse una campagna locale di volantinaggio o volantinaggio, le aziende di marijuana possono diventare granulari con una campagna.

Quali regole e leggi specifiche attualmente regolano la pubblicità sulla marijuana?

Come potete immaginare, le regole e le leggi che circondano la pubblicità di un farmaco vietato a livello federale sono in uno stato costante di flusso a causa della legalità del prodotto in vari stati. Inoltre, le regole messe in atto dai singoli stati cambieranno e saranno modificate nel tempo. Anche negli stati in cui la marijuana è legale al 100%, indipendentemente dal requisito di una nota medica, può avere alcune regole molto severe sulla pubblicità della cannabis.

Questo non è del tutto inaspettato. La pubblicità del tabacco ha subito cambiamenti significativi nel corso dei decenni. Un prodotto, una volta "salubre" pubblicizzato da medici, attori e persino spettacoli televisivi per bambini (i Flintstones pubblicizzavano effettivamente sigarette) era considerato un assassino e col tempo le restrizioni si fecero talmente strette che il tabacco non era quasi scomparso. Quelle pubblicità che hai visto in Mad Men (è tostato) e Seinfeld (con Kramer come un cowboy fumante alto 30 piedi) sono una cosa del passato.

Leafly, un sito web dedicato ad essere una preziosa risorsa di informazione sui prodotti a base di cannabis, ha una carrellata completa di leggi, regole e regolamenti per ogni stato.

Ecco un esempio delle leggi sulla pubblicità della marijuana in uno stato che è anti-marijuana, Georgia:

La Georgia non consente i dispensari, né fa pubblicità per la loro legge sulla cannabis medica.

Taglio abbastanza netto Confronta questo con uno stato che permette la marijuana ricreativa e vedrai una storia completamente diversa. Ad esempio, questo è solo un piccolo esempio della lista di regole del Colorado:

R 1102 - Pubblicità Requisiti generali: nessuna dichiarazione ingannevole, falsa o fuorviante Uno stabilimento al dettaglio di marijuana non può realizzare pubblicità ingannevoli, false o fuorvianti. Un Retail Marijuana Establishment non deve fare affermazioni o affermazioni ingannevoli, false o fuorvianti su alcun prodotto, segno o documento fornito a un consumatore.

R 1104 - Pubblicità: Television A. Television Defined. Come usato in questa regola, il termine "televisione" indica un sistema per la trasmissione di immagini e suoni visivi che sono riprodotti su schermi e include programmi di trasmissione, via cavo, su richiesta, via satellite o via Internet. La televisione include qualsiasi programmazione video scaricata o trasmessa via Internet. B. Pubblicità televisiva. Un istituto di marijuana al dettaglio non può utilizzare la pubblicità televisiva a meno che l'istituto di marijuana al dettaglio non abbia prove attendibili del fatto che non più del 30% del pubblico per il programma su cui la pubblicità è in onda dovrebbe essere inferiore ai 21 anni.

R 1105 - Pubblicità: Radio A. Radio definita. Come usato in questa regola, il termine "radio" indica un sistema per la trasmissione del suono senza immagini visive e include programmi di trasmissione, via cavo, su richiesta, via satellite o via Internet. La radio include qualsiasi programmazione audio scaricata o trasmessa via Internet. B. Pubblicità radiofonica. Un istituto di marijuana al dettaglio non può realizzare pubblicità radiofoniche, a meno che l'istituto di marijuana al dettaglio non abbia una prova attendibile del fatto che non più del 30% del pubblico per il programma sul quale la pubblicità è in onda dovrebbe essere inferiore ai 21 anni.

R 1106 - Pubblicità: supporti di stampa A. Retail Marijuana Establishment non promuoverà pubblicità in una pubblicazione cartacea a meno che il Retail Marijuana Establishment non abbia prove attendibili del fatto che non più del 30 percento dei lettori della pubblicazione sia ragionevolmente presumibilmente inferiore ai 21 anni.

Ciò rappresenta meno della metà delle normative relative alla pubblicità e alla commercializzazione di un prodotto a base di cannabis. L'elenco continua a includere regole per la segnaletica, Internet e persino la sponsorizzazione di eventi. Un campo minato legale in effetti.

Che ne dici di educare il consumatore? Questo conta come pubblicità?

Sicuramente, ma è molto meglio uscire con una campagna educativa piuttosto che qualcosa che promuova solo i prodotti e i suoi effetti.

Con la marijuana legale arriva un intero mondo di domande e preoccupazioni. Considerando che il fumatore tradizionale di cannabis può aver avuto molti anni per sperimentare la droga e i suoi effetti, le persone nuove ai prodotti alimentari e altri prodotti a base di marijuana vorranno avere risposte a alcune domande scottanti.

  • Quanto dovrei prendere?
  • Quanto costa?
  • Cosa succede se prendo troppo?
  • Posso mescolarlo con birra o vino?
  • Verrò arrestato se non avrò un uso medico?
  • Che dire della guida?

Le imprese legali di cannabis sono più che felici di rispondere a queste domande e, se fatto nel modo giusto, possono essere molto efficaci. Da post sociali, video educativi di YouTube o persino infografiche scaricabili gratuitamente, un'azienda di marijuana può educare, informare e fare pubblicità allo stesso tempo. È un modo eccellente per dimostrare che il settore è impegnato in un'esperienza sicura per tutti i suoi clienti.

Confrontalo con gli annunci di alcolici. Solitamente si tratta di persone al bar che si divertono molto, in tailgating o in spiaggia circondate da bikini seminudi. Al contrario, le imprese legali di marijuana sono molto più cresciute.

Raccomandato
United States Army Garrison (USAG) Stoccarda si trova nella città sud-occidentale di Stoccarda, la capitale culturale e politica dello stato del Baden-Württemberg. La città di Stoccarda ospita più di 1, 5 milioni di persone, incluse le periferie adiacenti. Stoccarda è meglio conosciuta come il sito di produzione di auto Mercedes e Porsche. Sto
Quando hai bisogno di lasciare il lavoro a causa di problemi di salute, puoi scegliere di far sapere al tuo datore di lavoro il motivo della tua lettera di dimissioni. Quali informazioni e quanto condividi sono completamente personali. Alcuni dipendenti sono a proprio agio nel discutere le informazioni personali con i loro manager, soprattutto se hanno una relazione amichevole
Il bullismo può assumere molte forme. Generalmente, qualsiasi comportamento è sgradito, offensivo, non richiesto o discutibile. Può essere fisico, psicologico o verbale. Il bullismo è comunemente associato al parco giochi ea volte Internet tra i giovani. Ma può accadere anche sul posto di lavoro, in genere manifestandosi in alcuni modi specifici. Min
Airforce Inserito nella descrizione del lavoro Riepilogo specialità : (Nota: questo non è un lavoro entry-level). Esegue e gestisce attività, programmi e funzioni storici. Fornisce servizi di ricerca e di riferimento storici. Esegue ricerche, interviste al personale e prepara pubblicazioni storiche analitiche. A
Ottieni informazioni sulla carriera su doveri, salari e altro Gli allevatori di ovini sono responsabili della cura quotidiana e della manutenzione delle pecore utilizzate per la produzione di carne o lana. Doveri I doveri di un allevatore di pecore possono includere l'alimentazione, la tosatura della lana, la somministrazione di farmaci per via orale o per iniezione, il mantenimento di fabbricati agricoli e recinti, il monitoraggio del gregge per eventuali segni di malattia o malattia, assistenza alle nascite difficili e gestione dei rifiuti
Codici di specialità aeronautica e campi di carriera Nell'Air Force, i lavori arruolati sono noti come "AFSCs" o "Air Force Specialty Codes". L'Air Force divide le proprie AFSC (lavori in arruolamento) nelle seguenti categorie generali: Operations, Manutenzione e logistica, Supporto, Medico e dentistico, Legale e cappellano, Finanza e contratti, e Investigazioni speciali.