Attività commerciale

Informazioni sui dipendenti Pubblicazione su Facebook

In una azione legale rivoluzionaria riguardante le inserzioni online dei dipendenti, il National Labour Relations Board (NLRB), l'agenzia federale che indaga sulle accuse di pratiche di lavoro sleali, ha presentato una denuncia contro una società licenziata da un lavoratore a causa di ciò che ha pubblicato su Facebook.

Pubblicare informazioni sulla società o commenti negativi su una società sono stati motivo di licenziamento in passato, con le società che interpretano i post come violazioni della politica dei social media aziendali.

Il dipendente, che aveva postato un commento negativo sul suo capo sulla sua pagina Facebook dal suo personal computer in tempo personale, è stato sospettato e poi licenziato per i suoi post su Facebook perché la pubblicazione violava le politiche internet dell'azienda.

Pubblicazione di Facebook Considerata attività protetta

Secondo l'NLRB, "Un'indagine NLRB ha rilevato che le pubblicazioni di Facebook del dipendente costituivano un'attività concertata protetta e che la politica aziendale di blogging e posting su Internet conteneva disposizioni illegali, tra cui quella che proibiva ai dipendenti di fare commenti denigratori quando discutevano della società o dei supervisori e un'altra che proibiva ai dipendenti di raffigurare la società in qualsiasi modo su Internet senza il permesso della società. "

La denuncia NLRB afferma inoltre che la società, American Medical Response di Connecticut, Inc., ha mantenuto e applicato un blogging troppo ampio e una politica di pubblicazione su Internet.

Social media e diritti dei dipendenti

Hope Goldstein, partner di Bryan Cave LLP, che rappresenta i datori di lavoro in tutti gli aspetti del diritto del lavoro e del diritto del lavoro, condivide i suoi consigli per dipendenti e datori di lavoro su ciò che i dipendenti possono pubblicare su Facebook e altri siti di social media, insieme ai problemi che i datori di lavoro devono essere consapevole della creazione di politiche sui social media.

Attività protetta

I dipendenti, indipendentemente dal fatto che stiano parlando con un refrigeratore d'acqua in un ufficio o su Facebook, hanno il diritto di discutere delle condizioni di lavoro. Affermare la tua opinione sulle condizioni di lavoro è un'attività protetta.

Cosa non puoi dire

I dipendenti non possono semplicemente pubblicare tutto ciò che vogliono su Facebook o altrove. La diffamazione, la diffamazione o la pubblicazione di commenti su persone non correlate al proprio ambiente di lavoro non sono protette. La pubblicazione di informazioni aziendali riservate, buone o cattive, non è protetta.

Stai attento

Stai attento. I dipendenti devono fare attenzione a ciò che pubblicano. Puoi ancora essere rescisso, anche se avessi ragione, se violerai una politica aziendale lecita o la legge stessa o se il tuo discorso non è un'attività protetta in altro modo. È molto di cui preoccuparsi, quindi se hai una società legittima e il tuo obiettivo è quello di risolvere un problema sul posto di lavoro, quello che spesso è il più efficace è seguire la politica aziendale per la segnalazione di problemi sul posto di lavoro.

Pensaci due volte prima di terminare

I datori di lavoro dovrebbero pensarci due volte prima di interrompere un dipendente per la pubblicazione di informazioni online per assicurarsi che siano conformi alla legge.

Politiche dei social media aziendali

I datori di lavoro dovrebbero riesaminare la loro politica sui social media per assicurarsi che non limitino i discorsi dei dipendenti protetti e che i datori di lavoro siano ragionevoli. Le politiche ragionevoli includono il diritto dei datori di lavoro a limitare l'uso di attrezzature aziendali e il tempo trascorso dalla società in attività non lavorative. Queste politiche devono essere applicate in modo coerente.

Quando un dipendente viene licenziato per pubblicare su Facebook o su un altro sito online, ha il diritto di accedere al NLRB per assistenza. La rappresentanza sarà determinata sulla base della risoluzione e sul fatto che le informazioni pubblicate siano state protette dalla legge nazionale sulle relazioni di lavoro.

Raccomandato
Il gestore assumente è di solito l'individuo che alla fine controllerà i candidati se sono assunti per un determinato lavoro. Come tale, lui o lei ha la conoscenza più dettagliata della posizione per la quale il datore di lavoro sta reclutando. Il responsabile delle assunzioni svolgerà il ruolo più influente nel processo di selezione e selezione. I c
Hai appena ricevuto un'offerta di lavoro. Congratulazioni per queste grandi notizie. Ti piacerebbe dire di sì, ma ti senti ancora un po 'insicuro. Prima di prendere una decisione sull'accettazione di un'offerta di lavoro, ecco alcune domande che dovresti porci. Mi è stato offerto uno stipendio equo?
I responsabili delle assunzioni non vogliono posticipare i lavori. Al di là del fastidio di fare il lavoro che hanno già fatto, i gestori delle assunzioni devono ritardare il riempimento della posizione vacante di almeno un mese o due. E il lavoro che la posizione deve completare non si ferma. Dall'altro lato, il reposting è l'ultima cosa che i candidati vogliono vedere accadere. R
Le carte composite o le carte Zed sono strumenti di marketing importanti per i modelli Molti nuovi modelli sono sorpresi nel sentire che sono tenuti a creare e pagare i propri materiali di marketing. Forse non sapevano che i modelli necessitavano di cose come schede composite, portafogli e profili web
Toccando telefoni e computer non è solo per la National Security Agency. Ogni ramo militare ha le dita nel gioco di intelligenza dei segnali (SIGINT) al fine di proteggere le truppe e vincere battaglie, e il Corpo dei Marines non è diverso. Ma è più difficile sfruttare l'intelligenza intercettata quando si prendono di mira nemici stranieri invece di cittadini di lingua inglese, motivo per cui il Corpo cerca candidati in carriera con abilità o attitudine in lingue straniere chiave per unirsi alla specializzazione militare linguistica crittogena ( MOS). Dov
Se stai candidando per un lavoro come sviluppatore di software, probabilmente dovrai inviare una lettera di accompagnamento insieme all'invio del curriculum. Pensa alla tua lettera di presentazione come a un posto in cui mostrare le tue abilità più rilevanti. Ad esempio, se il lavoro richiede esperienza in un certo linguaggio di programmazione, puoi menzionare la tua certificazione o i progetti che hai costruito usando quella lingua.