Attività commerciale

Come un avvocato è andato dallo studio legale per aiutare gli avvocati a vivere meglio le vite

Un profilo su Kate Mayer Mangan

Come migliorerà la vita di un avvocato quando cambierà il loro modo di pensare e agire? Questa è la domanda che si è posta Kate Mayer Mangan e ora sta chiedendo a molti altri avvocati. Kate è un coach e consulente presso Donocle, una società che aiuta gli avvocati a lavorare al loro più alto potenziale. Prima di fondare Donocle, ha avuto una carriera di successo come avvocato, pratica come partner, associato e professore. Ecco uno sguardo a Kate, il suo lavoro di avvocato e il motivo per cui è così impegnata nell'aiutare gli avvocati a condurre una vita migliore.

1. Perché hai deciso di frequentare la facoltà di giurisprudenza e diventare avvocato?

Ho sempre amato scrivere e risolvere problemi. La legge sembrava offrire la perfetta miscela di linguaggio e aiutare le persone: volevo essere in grado di usare il linguaggio e le idee per risolvere i problemi. Ho anche una vena competitiva e ho pensato che mi sarebbe piaciuta la concorrenza che è inerente a tanto di contenzioso e di legge.

2. Perché ti sei specializzato nel lavoro di appello? Cosa ti è piaciuto del lavoro?

In molti modi, il lavoro di appello mi ha trovato. Sono stato fortunato perché il primo caso che ho mai toccato è stato un caso della Corte Suprema degli Stati Uniti. Ero un assistente di ricerca estiva per un professore di giurisprudenza. Il mio secondo giorno di lavoro, mi ha detto che stavamo demolendo i progetti di ricerca per lavorare a un brief della Corte Suprema. Ho passato molte ore felici a fare ricerche, a rivedere le bozze, a sezionare i record dei tribunali di prova e ad ascoltare le sessioni di strategia. È stato emozionante, stimolante e affascinante. Dopo la scuola di legge, mi sono iscritto per il 9 ° Circuito, che ha consolidato il mio amore per il processo di appello.

Mi è piaciuto gestire gli appelli perché, a quel punto, lavori spesso ai margini della legge, trattando questioni che non sono state chiaramente decise. C'è spazio per essere creativi ea volte per discutere di cosa dovrebbe essere piuttosto che di ciò che è sempre stato. Negli appelli, c'è una forte enfasi sulla parola scritta, e ho sempre amato scrivere. Le argomentazioni orali d'appello erano probabilmente la mia unica parte preferita della pratica della legge. Richiedono che gli avvocati siano così preparati e concentrati perché ci sono solo pochi minuti per affrontare questioni molto complesse.

Per me, le argomentazioni sull'appello sono state molto divertenti perché richiedevano così tanta attenzione, flessibilità e preparazione.

3. Che cosa ti ha fatto passare dall'essere un partner in uno studio legale per avviare un'attività in proprio?

Mi sono sempre più interessato ai problemi degli avvocati. Durante la mia carriera, ho parlato con avvocati delle sfide che affrontano, e ce ne sono molti. La legge è, ovviamente, una carriera impegnativa, ma non sono convinto che sia necessario penalizzare gli avvocati che attualmente fa. Non è inevitabile che abbiamo tassi di depressione di circa 4 volte superiori alla media della popolazione o che essere un socio è il lavoro meno felice in America. Ho visto così tanti avvocati che non si esercitano mai al massimo delle loro potenzialità e non penso che debba essere così.

Più ho imparato a conoscere i problemi che affliggono molti avvocati e più ho imparato a conoscere la scienza delle prestazioni e del successo, più ho visto un vuoto che non potevo ignorare. Altre discipline, come la psicologia e la neuroscienza, hanno così tanto da offrire agli avvocati che potrebbero migliorare le loro prestazioni e la qualità della loro vita. Una volta che ho iniziato a parlare e scrivere dei modi in cui potevamo lavorare e vivere meglio, le opportunità hanno iniziato a nascere e non potevo ignorarle.

4. Parlami di Donocle. Qual è il tuo obiettivo con la tua attività e quali servizi offri?

Donocle è una società di consulenza e formazione. Lavoriamo con avvocati, i loro datori di lavoro e i loro clienti per aiutare gli avvocati a lavorare al loro più alto potenziale. Il nostro approccio mescola la scienza, in particolare la psicologia e la neuroscienza, dal momento che gli avvocati dipendono così pesantemente dal loro cervello, con una profonda conoscenza di cosa significhi realmente essere un avvocato. Insegniamo alle persone modi pratici e utili per lavorare in modo più saggio. La nostra programmazione di base include insegnare alle persone come ottenere di più ogni giorno con meno fatica e più creatività, come eseguire pressioni e come ottimizzare il proprio cervello.

Insegniamo anche le persone sulla consapevolezza, che è uno dei modi più promettenti per ridurre lo stress e migliorare le prestazioni.

I nostri servizi principali sono workshop, presentazioni e keynote. Parliamo di come lavorare più saggiamente sulla base di ciò che sa la scienza. Offriamo anche consulenza sui sistemi e le politiche che riguardano gli esseri umani e la cultura: sistemi di compensazione, revisioni delle prestazioni, programmi di mentoring, programmi di sviluppo professionale, iniziative per le donne e la diversità.

5. Perché gli avvocati dovrebbero considerare la consapevolezza e i servizi di coaching che offri?

Gli avvocati dovrebbero prendere in considerazione la nostra programmazione se vogliono fare di più a una qualità superiore e farlo funzionare con meno stanchezza e più felicità. Le persone che vogliono imparare come migliorare la loro concentrazione, la loro memoria, la loro creatività e la loro capacità di apprendere nuove cose, tutte caratteristiche fondamentali per essere un buon avvocato, possono trarne beneficio. In sostanza, chiunque voglia portare le proprie prestazioni su un livello e il loro stress su un livello dovrebbe chiamarci.

Le vite delle persone migliorano quando apprendono e implementano ciò che insegniamo perché hanno più energia, più concentrazione e creatività e migliori capacità di comunicazione. Tutte queste capacità li aiutano a lavorare in modo più sostenibile ed efficace. Le persone spesso ci dicono che vedono anche miglioramenti nelle loro vite private: migliorano le loro capacità comunicative, migliorando le loro relazioni, si sentono più calmi e meglio in grado di fare buone scelte in tutte le aree della loro vita. Le persone dicono anche che si sentono più felici e più ottimisti!

6. Che consiglio vorresti che qualcuno ti avesse dato come studente di giurisprudenza o giovane giurista?

Sii onesto con te stesso sui tuoi punti di forza e di debolezza. Gli avvocati tendono ad essere persone difficili. Possiamo spingerci attraverso un sacco di compiti spiacevoli, molti dei quali sono necessari per svolgere il lavoro. Ma, ad un certo punto, c'è solo così tanto che puoi fare per migliorare un punto debole. Le persone faranno meglio e saranno più felici se potranno usare di più i loro punti di forza e fare affidamento meno sulle loro debolezze.

7. Che consiglio dai agli avvocati e alle persone che iniziano la loro carriera legale?

Penso che sia molto importante per gli avvocati rimanere in contatto con i propri obiettivi e aspirazioni. È molto facile avere il percorso tracciato per te e semplicemente seguirlo. Ottenere buoni voti, ottenere il miglior lavoro possibile, lavorare sodo e creare un partner, ottenere i clienti più grandi, ecc. Potrebbe essere il percorso esatto da seguire, o potrebbe non esserlo. Le persone devono fare un passo indietro di tanto in tanto e assicurarsi che stiano perseguendo una carriera coerente con i propri sogni, non con quelli di qualcun altro.

Raccomandato
Continua dalla prima parte Settimane 2 - 7 Mentre ti allontani dalla prima settimana, continuerai ad apprendere le basi delle abilità di combattimento ravvicinato, compresi i famigerati "bastoncini di pugilato". Molte reclute sono un po 'preoccupate per questa fase di allenamento, ma poi scoprono quanto è divertente davvero.
Se fai i passi giusti, il tuo feedback 360 migliorerà le prestazioni Stai cercando il framework e le domande che ti servono per aggiungere la recensione 360 ​​al tuo processo formale di gestione e miglioramento dei dipendenti? È uno strumento utile perché consente a manager e dipendenti di ricevere feedback utili da colleghi e dirigenti che non si trovano nella loro catena di comando. La re
Un grado di retribuzione è un passaggio all'interno di un sistema di compensazione che definisce l'importo della retribuzione che un dipendente riceverà. Il livello retributivo è generalmente definito dal livello delle responsabilità svolte all'interno della descrizione del lavoro della posizione, dall'autorità esercitata dalla posizione e dal periodo di tempo in cui il dipendente ha svolto il lavoro. Occ
Suggerimenti per la modellazione ai trucchi dei social media di questi modelli femminili Non è un segreto che i social media hanno cambiato il settore della modellazione. Grazie a reti popolari come Facebook, Twitter e Instagram, non dobbiamo più aspettare un mese intero per il prossimo numero di Vogue per aggiornarci sulle ultime tendenze della moda.
Una delle gioie della gestione è supportare lo sviluppo dei membri del tuo team. Una delle sfide della gestione è la navigazione dei numerosi errori commessi dai dipendenti nel tempo. E mentre gli errori sono potenzialmente aggravanti, la tua risposta agli errori serve come una potente opportunità di apprendimento per i membri del tuo team. Q
In genere, quando qualcuno viene etichettato come "troppo qualificato", significa che hanno un curriculum più ampio e più impressionante del gestore assumente previsto. A prescindere dalla loro capacità e volontà di svolgere il lavoro, vengono spesso sottoposti a screening da parte delle risorse umane e il responsabile delle assunzioni non vede mai il curriculum. Qu