Attività commerciale

Quante ore alla settimana è un lavoro a tempo pieno?

Regolamenti, politiche aziendali e requisiti di pagamento straordinario

Cosa determina se un dipendente è a tempo pieno o part-time? Quante ore alla settimana hai bisogno di lavorare per essere considerato a tempo pieno? Negli Stati Uniti, la Fair Labor Standards Act (FLSA) non prescrive alcuna linea guida legale che imponga o meno che un lavoratore sia un dipendente a tempo pieno.

La determinazione di ciò che costituisce un impiego a tempo pieno dipende dalla politica e dalla prassi aziendale di definire i dipendenti a tempo pieno, ad eccezione delle designazioni ai sensi dell'Affordable Care Act (Obamacare).

La persona media lavora tra 38 e 39 ore alla settimana, quindi quante ore settimanali ti aspetterai di lavorare se sei un impiegato a tempo pieno? Anche se molte persone considerano 35 o 40 ore settimanali a tempo pieno, il numero di ore che si prevede di lavorare può variare a seconda del datore di lavoro. In alcuni casi, è meno, per altri datori di lavoro, può essere di più.

Standard tradizionale

Lo standard per l'occupazione a tempo pieno era in genere 40 ore a settimana in passato. Tuttavia, molti datori di lavoro ora considerano i dipendenti a tempo pieno quando lavorano meno ore (ovvero oltre 30 ore, 35 ore o 37, 5 ore). Poiché non ci sono leggi che regolano l'impiego a tempo pieno a fini di risarcimento e benefit, l'organizzazione determina quante ore settimanali sono considerate a tempo pieno.

È spesso più probabile che i dipendenti a tempo pieno ricevano benefici, tra cui pensione, assicurazione sanitaria, ferie pagate e tempo di malattia, che non sono offerti ai dipendenti a tempo parziale.

Tuttavia, non vi sono requisiti per i datori di lavoro per fornire benefici ai dipendenti diversi da quelli previsti dalla legge. In alcuni casi, i datori di lavoro forniscono anche benefici ai part-time.

Quando sei assunto, dovresti essere informato sul tuo stato lavorativo e sull'idoneità ai benefici forniti dalla compagnia a seconda che tu sia a tempo pieno o part-time. Se il tuo stato cambia, devi anche essere informato dal tuo manager o dal dipartimento risorse umane.

Lavori a tempo pieno e part-time

Alcuni datori di lavoro hanno adeguato la struttura dei posti di lavoro e assegnato più posizioni a meno di 30 ore settimanali per evitare l'onere di pagare i sussidi. La percentuale di posti di lavoro part-time nel 1968 era solo del 13, 5% e attualmente è salita al 18, 5% della forza lavoro.

I dati storici indicano anche che i datori di lavoro offrono meno tempo a tempo pieno e un numero maggiore di posizioni a tempo parziale durante periodi di recessione.

Le donne avevano il doppio delle probabilità di essere classificate come part-time. Circa il 26% delle donne di 16 anni e oltre rispetto al 13% degli uomini nella stessa fascia di età lavorava part-time.

Affordable Care Act Definizione di occupazione a tempo pieno

Con l'introduzione della Affordable Care Act (Obamacare), una definizione di dipendente a tempo pieno è stata prescritta come un lavoratore che trascorre in media 30 o più ore a settimana sul posto di lavoro. I datori di lavoro con 50 o più dipendenti sono tenuti a offrire assistenza sanitaria ai dipendenti a tempo pieno ai sensi dell'Affordable Care Act.

Le organizzazioni possono scegliere un periodo storico di 3 -12 mesi per assegnare uno status a tempo pieno ai lavoratori se hanno una media di 30 o più ore durante tale periodo di tempo. Una volta designati a tempo pieno, i datori di lavoro devono mantenere i lavoratori in tale stato per almeno 6 mesi.

Le ore di regolamentazione del diritto del lavoro hanno funzionato

Non esiste una definizione, una definizione o una definizione governativa universalmente accettata per un impiego a tempo pieno. I singoli datori di lavoro sono liberi di stabilire degli standard per la propria forza lavoro. Ci sono alcune eccezioni in base alle quali gli stati stabiliscono un numero massimo di ore che possono essere lavorate in occupazioni specifiche come l'assistenza sanitaria. In questi casi, l'occupazione a tempo pieno deve essere pari o inferiore a tali massimi.

La legge sugli standard di lavoro equo impone che i datori di lavoro devono pagare i dipendenti non esenti tempo e la metà per qualsiasi orario di lavoro superiore a 40 a settimana. Un dipendente esonerato ha pagato uno stipendio non ha diritto al pagamento dello straordinario per le ore lavorate oltre i 40 durante una settimana lavorativa.

Controlla sulla politica aziendale

La politica aziendale determina le ore in cui i dipendenti devono lavorare. La società può specificare un determinato numero di ore e, opzionalmente, quale sarà il vostro programma di lavoro. Ad esempio, il manuale del dipendente può specificare 9 am - 6 pm o semplicemente indicare 45 ore a settimana.

Le designazioni ufficiali dei datori di lavoro per quanto riguarda il lavoro a tempo pieno in genere vanno da 35 a 45 ore, con 40 ore che sono di gran lunga lo standard più comune. Ho sentito parlare di alcune aziende che considerano 50 ore a settimana a tempo pieno per dipendenti esenti.

In alcuni casi, specialmente in fase di start-up, può essere qualsiasi delle ore necessarie per completare il lavoro. La società potrebbe non fissare un programma standard o il numero di ore che i dipendenti dovrebbero lavorare.

Le aspettative informali per il personale possono differire notevolmente dalle ore minime richieste per essere classificate a tempo pieno in un'organizzazione. Se il tipo di programma di lavoro non è stato chiarito quando si intervistano per un lavoro, indagare attentamente su ciò che si prevede sia considerato un dipendente con le migliori prestazioni presso l'azienda se si hanno dubbi sul mantenimento di uno stile di vita equilibrato.

Chiedi circa le ore che ci si aspetta che lavorino quando hai in mano un'offerta di lavoro. Prima di accettare l'offerta, assicurati di poterti impegnare al numero di ore settimanali che ti sarà richiesto di lavorare. Dovrai anche sapere se le tue retribuzioni cambiano per le ore di lavoro straordinario.

disconoscimento

Si prega di notare che le informazioni fornite, pur essendo autorevoli, non sono garantite per accuratezza e legalità. Il sito viene letto da un pubblico mondiale e le leggi e le normative sull'occupazione variano da stato a stato e da paese a paese. Per favore cerca assistenza legale, o assistenza da parte di risorse governative statali, federali o internazionali, per accertarti che la tua interpretazione legale e le decisioni siano corrette per la tua posizione. Questa informazione è per guida, idee e assistenza

Raccomandato
Suggerimenti per la creazione di un portafoglio di specifiche che viene notato Negli anni in cui ho fatto pubblicità, devo aver visto centinaia di portafogli. All'inizio erano libri fisici, ora il lavoro è online. Ma nel corso degli anni, anche se lo stile della pubblicità è cambiato, e il livello di finitura è diventato molto più lucido, gli stessi vecchi errori vengono ancora fatti. Quan
L'industria dei servizi finanziari si rivolge e serve una vasta gamma di individui e aziende, ma tutti questi clienti rientrano in una delle due categorie. Sono tipicamente clienti al dettaglio o clienti istituzionali. È possibile sostituire il termine "investitore" con "cliente" perché i consulenti finanziari offrono principalmente assistenza e consulenza nell'investire, mantenendo proficuamente gli investimenti e sapendo quando incassare e tagliare.
Ti è stato chiesto di scrivere una lettera di raccomandazione per qualcuno che conosci chi ha fatto domanda per un nuovo lavoro nel tuo settore o è alla ricerca di un nuovo cliente? È lusinghiero essere chiesto, e fa sempre bene aiutare qualcuno con cui hai una relazione professionale, ma ci sono alcune cose che dovresti sapere sulla stesura di una lettera di raccomandazione commerciale. S
Dopo un colloquio di lavoro, dedica il tuo tempo a trasmettere i tuoi ringraziamenti a tutti quelli che hai incontrato. Oltre a ringraziare il responsabile delle assunzioni, dedica alcuni minuti a inviare un'email di ringraziamento o una nota agli altri che hai incontrato in azienda. Ecco un esempio di un'intervista nota di ringraziamento da inviare ai dipendenti che gestiresti se fossi assunto per il lavoro
Il primo e più importante passo da compiere per lavorare in modo più efficiente è avere un piano giornaliero. È importante che il piano venga scritto da qualche parte, su un calendario, un blocco note o sul computer. Non passare semplicemente una lista di controllo mentale ogni giorno. Avere un piano scritto è un dovere per mantenere i pensieri fastidiosi dalla parte posteriore della testa e per aiutare a prevenire i disastri perché si dimentica qualcosa di importante. La m
Per il miglior beneficio, lascia che il dipendente sappia perché sta ricevendo un aumento In un sondaggio su World of Work, il 70% degli intervistati riteneva che una lettera o una e-mail dal manager di un dipendente fosse un modo efficace per comunicare un aumento di stipendio. Soprattutto se integra una discussione sull'aumento di stipendio con il manager del dipendente, che dovrebbe sempre accompagnare anche un aumento di stipendio, la lettera è uno strumento di comunicazione efficace.