Attività commerciale

5 cose da non fare quando si lascia un lavoro

Come andare avanti con la classe

Se il tuo datore di lavoro ti ha licenziato o alla fine hai deciso di lasciare un lavoro che non ti piaceva, le tue emozioni sono probabilmente alle stelle. Potresti essere arrabbiato con il tuo capo per avervi dato lo stivale o nutrire risentimento verso di lui o lei, e ai vostri colleghi, per quello che potrebbero aver fatto per farvi odiare il vostro lavoro. Non lasciare che i tuoi sentimenti ti impediscano di pensare in modo chiaro e di fare qualcosa che possa sentirsi bene nel momento, ma avrà conseguenze a lungo termine.

Questo non è il momento di vendicarsi. Quello che fai quando fai la tua uscita ti parlerà di te e può influire sulla tua reputazione professionale. Ecco come lasciare il tuo lavoro in classe. Queste sono cinque cose che non dovresti mai fare:

1. Non dire al tuo capo e ai colleghi ... anche se se lo meritano

Dopo aver lavorato in quello che consideri un ambiente ostile, potresti essere tentato di dire finalmente ai tuoi capi o ai tuoi colleghi cosa pensi veramente di loro. Potrebbero davvero essere persone terribili, e potrebbe essere bello sfogare, ma devi astenervi dal farlo. C'è una ragione molto pratica per questo, e non si tratta solo di essere la persona più grande (anche se è anche una buona idea). Non sai mai chi si presenterà nella tua vita ad un certo punto nel futuro. Potresti, non ci si può permettere, dover lavorare di nuovo con una di queste persone.

Anche i colleghi che sono tuoi alleati possono essere scoraggiati dal tuo comportamento e possono formare un'opinione negativa a causa tua.

2. Non danneggiare la proprietà dell'azienda o rubare nulla

Potresti stare aggrappato a un sacco di rabbia repressa. Nessuno può biasimarti per questo se il tuo datore di lavoro ti ha maltrattato. La rabbia è normale ma agire su di esso sarebbe un grosso errore. Vandalismo e furto sono crimini. Invece di intraprendere una ricerca di lavoro produttiva, potresti finire in arresto. Prima di agire, chiediti "Dovrei mettere in pericolo la mia libertà e reputazione?"

3. Non sparlare il tuo datore di lavoro o colleghi di lavoro per la sostituzione

Se ti capita di incontrare la persona che prenderà il tuo posto, evita di dire qualcosa di negativo sul tuo ex capo o colleghi. Non hai nulla da guadagnare. Probabilmente sarà il tuo sostituto, come se avessi un caso di uva acerba. Inoltre, se le cose sono davvero così male, il tuo successore riuscirà a capire le cose per se stesso in tempo. Se nessuna di queste cose ti dissuade, pensa al tuo povero sostituto. Probabilmente sta già provando stress per l'avvio di un nuovo lavoro. Non peggiorare le cose.

4. Non lamentarti del tuo capo a un potenziale datore di lavoro

Quando intervisti per un nuovo lavoro, senza dubbio l'argomento del tuo ex datore di lavoro verrà fuori. Una domanda probabile sarà "perché te ne sei andato?" Potresti pensare che se dici la verità, come la vedi, devierà ogni colpa da te stesso, ma in realtà, sarà vero il contrario. Se parli in modo negativo del tuo ex supervisore, della compagnia in generale, o anche dei tuoi colleghi, sei l'unico ad avere un aspetto negativo. Il potenziale datore di lavoro può temere che porti un atteggiamento negativo nel suo posto di lavoro e questa è l'ultima cosa di cui hanno bisogno.

5. Non dimenticare di chiedere un riferimento

Può sembrare strano prendere in considerazione la possibilità di chiedere un riferimento al tuo datore di lavoro se stai lasciando il tuo lavoro in cattive condizioni. Tuttavia, dovrai includere questo lavoro nel tuo curriculum, quindi dovresti assicurarti di ottenere un riferimento valido o almeno neutro. Se sei stato licenziato per aver commesso un reato orribile, questo potrebbe essere un punto controverso. Tuttavia, se la tua separazione è dovuta a qualcosa di meno serio, potresti essere in grado di chiedere un riferimento al tuo capo nonostante il fatto che le cose non funzionino come previsto.

Raccomandato
Con tutti i lavori, ci sono alcune abilità specifiche richieste per eseguire bene il lavoro. Le competenze richieste variano da posizione a posizione e puoi imparare cosa sono leggendo le descrizioni dei lavori. Ma ci sono altre abilità che quasi tutti i lavori richiedono e assumente i supervisori potrebbero non pensare di menzionarli.
Gli ingegneri civili progettano e supervisionano progetti di costruzione di lavori pubblici su larga scala, come strade, edifici, gallerie, dighe e ponti. Sono responsabili della raccolta dei requisiti del progetto, della verifica e della valutazione dei cantieri e dei materiali e della gestione dell'intero processo di costruzione dall'inizio alla fine
Puoi costruire fiducia nel tuo posto di lavoro ascoltando questo consiglio Fiducia. Sai quando hai fiducia; sai quando non ce l'hai. Eppure, che cos'è la fiducia e come viene definita utilmente per il posto di lavoro? Puoi creare fiducia quando non esiste? Come si mantiene e si basa sulla fiducia che si può avere sul posto di lavoro?
Quando si fa domanda per un posto di lavoro, è una buona idea includere una lettera di accompagnamento, a meno che il datore di lavoro specifichi che vogliono solo un'applicazione o un curriculum. Anche se un annuncio di lavoro non richiede specificamente una lettera di presentazione, può essere un modo fantastico per riassumere le tue capacità ed esperienze e spiegare (in modo più dettagliato di un curriculum) perché sei un candidato ideale per il lavoro. È i
Per tutti i gestori di terminally busy, impaziente e di studio rapido, ecco due esempi di IDP di gestione. Uno è per un middle manager esperto, l'altro un nuovo manager di primo livello. Entrambi contengono alcuni dei più comuni bisogni e metodi di sviluppo. Questi esempi non sono perfettamente formattati, ma dovresti essere in grado di ottenere il succo di come scriverne uno nel tuo modello.
Come parte del processo di intervista, i datori di lavoro potrebbero voler valutare come risponderai alla supervisione, se hai problemi con l'autorità e la natura del tuo stile di lavoro. Il vostro intervistatore può porre domande sul vostro supervisore preferito per aiutare a determinare quanto bene lavorerete all'interno del quadro di gestione aziendale.