Attività commerciale

I 10 stereotipi più fastidiosi nella pubblicità

  • The Complete Idiot

    Conosci questo ragazzo, o donna. In qualche modo sono riusciti a superare la vita senza morire o ad entrare in un incidente orrendo. Il che è sorprendente considerando che non sanno come fare i compiti più semplici da soli. I consumatori dovrebbero guardare questi bozos e pensare, "si ... mi immedesimo, a volte è difficile aprire un drink da una tazza".

  • The Nagging Wife

    "Cambia la lampadina, metti via la spazzatura, porta la spazzatura dentro, non uscirai con quella maglietta, no, i ragazzi non possono venire a giocare a poker, perché non sei più gentile con mia madre? di tempo lo chiami ?! " Devi chiedertelo, quando esattamente l'amore della sua vita divenne la rovina della sua esistenza? E questa donna esiste davvero nella realtà?

  • The Utter Slob

    Se ci fosse stato un evento olimpico per essere una grossa, grassa, incolta, sarebbe questo ragazzo. Ha fatto una rientranza permanente nel divano. Beve e mangia più di una mucca che pascola in un campo. Ha una pelle che assomiglia alla superficie della luna. E ha un odore peggiore di una puzzola morta in un cumulo di letame. Il suo unico uso nella pubblicità è farti sentire bene con te stesso.

  • Il fratello

    "Duuuuude, ci ubriacheremo e ci prenderemo un sacco di ragazze!" Perché quasi tutti gli spot della birra sono pieni di ragazzi come questo? Vivono per crackare orribili battute, giù birre in una volta sola, e gridano cose a donne che farebbero arrossire Gilbert Gottfried. Nessuno stile, niente brio, nessuna possibilità di ottenere mai le donne che fa schifo per tutta la notte.

  • Il facilmente confuso

    "Aspetta, stai dicendo che posso ottenere questi tre pacchetti al prezzo di due, e risparmiare sul mio negozio settimanale? Sei serio? Come è possibile?" Qual è il trucco, ci deve essere una presa, giusto ?" Questa donna, o uomo, non sembra mai afferrare le incredibili offerte che vengono mostrate. Hanno anche avuto molto tempo a gestire compiti difficili ... come aprire lattine o lavare finestre.

  • La supermodella di tutti i giorni

    Succede. Certo che lo fa. Ma nella pubblicità, succede troppo spesso. Queste donne dall'aspetto incredibile, che indossano vestiti incredibili (o quasi), ma svolgono le faccende più banali, sono ovunque. Si svegliano perfettamente. Fanno la spesa come se stessero camminando su una passerella. E fanno anche molti sport per gli annunci pubblicitari sui tamponi.

  • Il simpatico portavoce

    Wow, amano davvero il loro lavoro. O loro? Puoi sentire la finta sincerità che trasuda da ogni poro. Amano farsi liriche sulle opzioni assicurative offerte, sul numero di carichi di biancheria che puoi fare, o sulla soddisfazione di quel hamburger. Li crediamo? No. Vorremmo che se ne andassero tutti? Solo gli attori che li interpretano direbbero di no.

  • The Awful Boss

    Se ci sono dei boss là fuori come quelli che vediamo nelle pubblicità, dobbiamo fare tutto il possibile per sbarazzarci di loro. Nessuno può davvero essere così cattivo, vero? Maniaci, viscidi, cattivi, egoisti, che lavorano a morte i loro dipendenti, nonostante la presenza di un dipartimento delle risorse umane molto illuminato in ogni compagnia moderna.

  • La mamma oberata di lavoro

    Correre da una commissione all'altra, un bambino in una mano, 10 buste di generi alimentari nell'altra, mentre contemporaneamente calciare un pallone da calcio per aiutare il piccolo Timmy con il suo allenamento di calcio. Questa donna non è solo multi-compito ... si destreggia più di cinque professionisti del Cirque Du Soleil contemporaneamente. E ragazzo, è stanca. Se solo ci fosse un sollievo, sotto forma di una tazza di caffè, o un bagno rilassante. Oh aspetta ... eccolo.

  • The Goffy Oaf

    Questo ragazzo, o donna, fa schifo alla vita. Viaggiano. Versano tutto. Si schiantano. Fanno dei brutti scherzi alle feste. Fanno assomigliare a Mr. Bean come James Bond, e sono lì per una ragione ... per dimostrarti che anche qualcuno così muto e goffo come loro può usare un certo prodotto. In effetti, li trasforma da pazzo imbranato, a chiazza di petrolio.

  • 
    Raccomandato
    Lo stile, per uno scrittore di romanzi, è fondamentalmente il modo in cui scrivi, al contrario di ciò di cui scrivi (anche se le due cose sono sicuramente collegate). Deriva da cose come la scelta delle parole, il tono e la sintassi. Sono i lettori vocali a "sentire" quando leggono il tuo lavoro.
    Forse hai appena iniziato un nuovo lavoro, e la posizione non è quella che speravi sarebbe stata. O forse una circostanza personale ti obbliga a dimettersi dal tuo nuovo lavoro. Ad ogni modo, vuoi dimettermi nel modo più professionale e educato possibile. Suggerimenti per dimettersi da un nuovo lavoro Assicurati di voler andare via.
    Questo soldato è il terzo in comando dell'esercito Nella gerarchia dell'esercito, i principali gradi generali sotto il tenente generale, ma al di sopra del generale di brigata, rendendo la posizione al terzo posto. A volte indicati come generali a due stelle, i generali principali indossano un'insegna sulle spalle recanti due stelle.
    Prendi questo quiz di carriera e scopri! Prendi il nostro quiz 1. La casa di cura locale ha bisogno di volontari per leggere ai residenti. Ti offri volontario? Alistair Berg / Getty Images No. Stare vicino a persone malate mi rende troppo triste. Proverò ad andare un paio di volte al mese. No. Non ho tempo per farlo.
    Questi passaggi e suggerimenti realizzeranno i tuoi obiettivi nel tuo progetto Vuoi completare i progetti con successo? On-time, all'interno del budget e coinvolgimento delle persone appropriate per garantire l'integrazione? Queste fasi di gestione del progetto ti garantiranno di esercitare una gestione efficace del progetto
    Perché è necessario definire il core e il core business della tua azienda prima di esternalizzare Qualunque sia la dimensione di un'azienda, o il campo in cui si trova, una regola fondamentale dell'outsourcing è che un'azienda non dovrebbe esternalizzare una delle sue "funzioni fondamentali". M